Allarme virus letale, morte già 10 persone e 40 in quarantena, si diffonde ad una velocità incredibile

Nipah è un virus mortale: Sono state in tante persone ad essere accolte dal panico, per quanto riguarda questo virus letale, che ha ucciso già 10 persone e altre 40 persone sono state messe in quarantena per fermare la sua espansione. Questo virus, che in pochi conoscono, può diventare un incubo mondiale.

Tre persone nello stato del Kerala, nel sud dell’India, sono morte del virus Nipah.

Due fratelli sui vent’anni e la loro zia, 50 anni, sono morti a causa del virus nel distretto di Kozikhode, secondo la dottoressa Reena KJ, assistente alla salute pubblica dello stato.

Il padre dei due uomini, 56 anni, è attualmente in supporto vitale e in uno “stato delirante”, ha detto Reena. Non esiste una cura per questo virus letale, il virus sembra che colpisce con una velocità incredibile.

Quali sono i sintomi del virus Nipah?

Quando una persona viene infettata dal virus Nipah, ha più o meno i sintomi di encefalite o infiammazione del cervello. In genere occorrono dai 5 ai 14 giorni per la comparsa dei primi sintomi di un’infezione. Questi sintomi includono febbre e mal di testa che sono seguiti da sonnolenza e confusione. È quindi possibile che i sintomi progrediscano e si va in coma. Il CDC dice che gli effetti collaterali a lungo termine tra i sopravvissuti possono includere convulsioni e cambiamenti di personalità.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) era stata informata dello scoppio del virus in Kerala, ha detto ai giornalisti martedì scorso.

Due persone – Rajan e Ashokan, che erano stati sottoposti a trattamento a Kozhikode ed erano morti stamattina, avevano confermato di aver contratto il virus, ha detto. Un assistente infermieristico, Lini, morto ieri, aveva anche contratto il virus.

Dei 18 campioni inviati per il test, 12 sono risultati positivi per il virus. Di quelli che sono risultati positivi, 10 sono morti. A cosa dobbiamo aspettarci ancora?

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in una bellissima città della Romania, da piccola sognavo di diventare giornalista e visitare tutto il mondo, sogno che con tanti sacrifici sono riuscita a realizzare. Ho visuto a Roma e Darfield, un piccolo e bellissimo paesino dell'Inghilterra. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni. E' strano, vivi le giornate, una alla volta, e quasi neanche te ne accorgi...le stesse persone, gli stessi percorsi...Troppo poco tempo per far caso che sono tutte uguali. Passi e vai oltre, poi tutto ad un tratto ti ritrovi a pensare. Fai due conti e ti chiedi come sia possibile...si perchè a volte accadono cose che non ti sai spiegare...cose che ti cadono addosso e non riesci a scostarti. È sorprendente come il numero delle notizie che accadono nel mondo ogni giorno siano bastanti a riempire esattamente il giornale( Jerry Seinfeld)