Allergie: il sale potrebbe essere una causa, lo studio della Dr. Christina Zielinski

-
01/03/2019

Allergie: il sale potrebbe essere una causa, lo studio della Dr. Christina Zielinski che evidenzia la connessione tra dermatite atopica e il cloruro di sodio.

Allergie: il sale potrebbe essere una causa, lo studio della Dr. Christina Zielinski

La ricerca sull’influenza del sale e le malattie allergiche è stata realizzata dalla Professoressa Christina Zielinski  della TU Munich insieme al suo team. Questo studio ha evidenziato la possibile connessioone tra le allergie e il sale (cloruro di sodio), prima tale connessione era sconosciuta. Lo studio su colture cellulari ha evidenziato che il sale porta alla formazione delle “cellule Th2”. Non si conosce ancora se una dieta a basso contenuto di sale o viceversa un’alimentazione con contenuto alto di sale, può influenzale  l’insorgenza o il decorso della dermatite atopica o di altre malattie allergiche.

Lo studio sulla connessione del cloruro di sodio e la dermatite atopica

La ricerca intitolata: “Il cloruro di sodio è un checkpoint ionico per l’uomo TH2 cellule e modella il microambiente cutaneo atopico”

L’incidenza delle malattie allergiche è aumentata negli ultimi 50 anni, probabilmente a causa di fattori ambientali. Tuttavia, la natura di questi fattori e la modalità di azione con cui inducono la deviazione immunitaria di tipo 2 caratteristica delle malattie atopiche rimangono poco chiare. È stato precedentemente riportato che il cloruro di sodio alimentare promuove la polarizzazione delle cellule T helper 17 (TH17) con implicazioni per malattie autoimmuni come sclerosi multipla.

Cloruro di sodio e dermatite atopica

Lo studio dimostra che il cloruro di sodio anche in modo potente promuove le risposte delle cellule TH2 su più livelli di regolamentazione. Cloruro di sodio potenziato interleuchina-4 (IL-4) e produzione di IL-13 durante la soppressione produzione di interferone-g (IFN-g) in cellule T di memoria.


Leggi anche: Bonus casalinghe 2021: attesa per i decreti attuativi, requisiti e come funziona

Ha deviato i destini delle cellule T alternative nel fenotipo delle cellule TH2 e ha anche indotto la polarizzazione delle cellule TH2 dai precursori delle cellule T naïve. Meccanicamente, il cloruro di sodio ha esercitato i suoi effetti tramite il fattore di trascrizione osmosi- bile NFAT5 e la chinasi SGK-1, che regola la firma TH2 citochine e fattori di trascrizione master in condizioni di sale iperosmolare.

La pelle dei pazienti affetti da dermatite atopica conteneva sodio elevato. Questi risultati suggeriscono che il cloruro di sodio rappresenta un checkpoint microambientale cutaneo finora trascurato nella dermatite atopica, che può indurre risposte di cellule TH2, gli orchestratori di malattie atopiche.

100 anni già si parlava di dermatita atopica e restrizione dietetica del sale

Gli studi epidemiologici forniscono un solido supporto per una rapida piega nell’incidenza di malattie allergiche e autoimmuni  negli ultimi 50 anni. Sicuramente avrà influito il sistema ambientale e non genetico, ma i cambiamenti non sono chiari.

Più di 100 anni fa, un rinomato libro di riferimento pediatrico ha sostenuto il miglioramento della dermatite atopica sulla restrizione dietetica del sale sulla base di osservazioni cliniche ma senza nessuna prova tale da dimostrare la connessione. 

Considerando il costante aumento del consumo alimentare di alimenti trasformati e quindi di NaCl nei passati 50 anni, abbiamo deciso di indagare su un potenziale legame tra NaCl- segnalazione ionica mediata e aumento delle risposte delle cellule TH2, che sono i colpevoli nella patogenesi delle malattie allergiche.

I nostri dati dimostrano l’esistenza di un determinante ionico dell’immunità TH2, che apporta l’attuale concetto incentrato sulle citochine della polarizzazione delle cellule T e propone un obiettivo alternativo per l’immunità di tipo 2 nelle malattie allergiche.


Potrebbe interessarti: Mutui casa 2021: domande in crescita nonostante il Covid, aumenta anche l’importo medio

E’ possibile leggere lo studio approfondito e completo qui: Dermatite-e-sale