Allerta salame di cervo prodotto in Italia: presenza di corpi estranei

-
19/08/2019

Salame di cervo prodotto in Italia, ritirato dal mercato europeo, lo segnala l’ufficio federale della sicurezza: ecco marca e lotti.

Allerta salame di cervo prodotto in Italia: presenza di corpi estranei

C’è un allarme per quanto riguarda il salame di cervo prodotto in Italia, ritirato dal mercato europeo, lo segnala l’ufficio federale della sicurezza, il motivo è la presenza di corpi estranei. È un’allerta rossa, il salame in questione è prodotto in Italia, l’allarme viene dalla Germania, è prodotto in Alto Adige e lo troviamo in tutta Europa ma lo possiamo trovare con facilità sulle tavole di tutta Italia.

Vediamo specificatamente il prodotto interessato e lotto

Vediamo di cosa stiamo parlando; le confezioni in oggetto sono quelle da 300 grammi, il lotto è 0219, prodotte tra il 20/05/2019 e il 21/06/2019, avente scadenza minima dal 18/08/2019 al 19/09/2019 dall’azienda Trockner Sebastiano srl nello stabilimento di Colma Bariano in Alto Adige.

Il ritiro è stato disposto in via precauzionale dalla stessa ditta produttrice, è scattato in seguito ad alcuni test svolti in autocontrollo che hanno potuto stabilire la possibile presenza di corpi estranei all’interno del salame di cervo.

Il corpo estraneo individuato, potrebbero essere di tipo metallico, precisamente residui di munizioni nella carne di selvaggina, ed è proprio per questo che il rischio per la salute può essere di grande gravità. L’allerta è stato diramato dal sistema rapido europeo per alimenti e mangimi, che ha dichiarato che l’allerta fa parte di rischio grave per la salute.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Si chiede molta attenzione ai supermercati in Italia e in Europa di controllare se nel caso ne avessero confezioni ancora negli scaffali di toglierle dal commercio immediatamente, se acquistato e ingerito può causare dei gravi danni alla salute. Si raccomanda ai consumatori di controllare se nel caso avessero questo prodotto di controllare marca e lotti, nel caso ne fossero in possesso, di riportarlo dove lo hanno acquistato, gli sarà cambiato con un prodotto uguale ma con lotto diverso o gli sarà restituita l’intera cifra.

Peggio ancora, nel caso nei giorni scorsi avessero ingerito il prodotto, si fare molta attenzione se sopraggiungesse qualche sintomo anomalo, recarsi dal proprio medico di fiducia e farsi consigliare.

Allerta alimentare: frammenti di vetro nei vasetti aglio e peperoncino in olio