Birra contaminata da pesticidi, la classifica delle marche migliori e peggiori

Birra contaminata da glifosato, un pesticida pericoloso che provoca il cancro, esaminate varie marche, ecco le migliori e le peggiori.

Birra con presenza di pesticidi, una su quattro ne contiene, a denunciarlo nel giugno 2018 la rivista francese 60 Millions de Consommateurs, che pubblicò un test che dimostrava che tre birre su quattro, da una selezione di birre di diverse marche, contenevano tracce di pesticidi. Il glifosato, il pesticida pericoloso associato al cancro, da uno studio condotto dalla US Public Interest Research Group, ha rilevato che circa il novantacinque per cento delle marche esaminate hanno la presenza di questo pesticida.  

Lo studio si è focalizzato anche sui vini, sono stati esaminati cinque vini americani e quindici marche di birra provenienti dall’Asia, Asia ed Europa. Sono  ben diciannove le marche con tracce di glifosato, la cosa che ha stupito è la presenza anche da quelle etichettati come prodotto biologico. I ricercatori rassicurano i consumatori, e spiegano che bere questi vini o birre, non significa che siano per forza pericolosi.

Le marche analizzate

I dati ufficiali riportano che una concentrazione di glifosato è da ritenersi pericolosa quando supera il benchmark di Ewg di 160 parti per miliardo, o ppb. Gli studiosi tedeschi, invece, sostengono che basta 01 ppb di glisofato per stimolare le cellule responsabili del cancro al seno. Ecco la lista di birre e dei vini esaminati.

Birre con presenza di glisofato

Ecco l’elenco completo delle marche esaminate e la presenza di glisofato rilevato.

  • Heineken (Olanda) – 20,9 ppb
  • Stella Artois (Belgio) – 18,7 ppb
  • Stella Artois Cidre (Belgio) – 9,1 ppb
  • Tsingtao Beer (Cina) – 49,7 ppb
  • Corona Extra (Messico) – 25,1 ppb
  • Coors Light (Usa) – 31,1 ppb
  • Miller Lite (Usa) – 29,8 ppb
  • Budweiser (Usa) – 27,0 ppa
  • Ace Perry Hard Cider (Usa) – 14,4 ppb
  • Guinness Draught (Irlanda) – 20,3 ppb
  • New Belgium Fat Tire Amber Ale (Usa) – 11,2 ppb
  • Peak Beer Organic IPA (Usa) – non rilevato
  • Sam Adams New England IPA (Usa) – 11 ppb
  • Samuel Smith’s Organic Lager (Regno Unito) – 5,7 ppb
  • Sierra Nevada Pale Ale (Usa) – 11,8 ppb

Vini con presenza di glifosato

Ecco le cinque marche di vino esaminato e la presenza di glifosato

  • Sutter Home Merlot (Usa) – 51,4 ppb
  • Barefoot Cabernet Sauvignon (Usa) – 36,3 pub
  • Frey Organic Natural White Blend (Usa) – 4,8 ppb
  • Beringer Estates Moscato  (Usa) – 42,6 ppb
  • Inkarri Estates Malbec: Certified Organic (Argentina) – 5,3 ppb

I vini italiani sono pericolosi?

La licenzia di poter utilizzare il glifosato, nel 2017 è stata rinnovata per altri cinque anni. La pericolosità non è stata ancora dichiarata del tutto. La Francia, il mese scorso, ha bloccato la vendita del Roundup della Monsanto, in Italia la situazione non è ancora chiaro. I dati ufficiali dell’Efsa non rilevano note preoccupanti rispetto alla contaminazioni dei vini.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”