Birra sospesa dal commercio di diversa qualità, per carenze igieniche, ecco dove

-
02/03/2019

Birra sospesa dal commercio di diversa qualità, con mancanze di tracciabilità e carenze igieniche, ecco dove è successo.

Birra sospesa dal commercio di diversa qualità, per carenze igieniche, ecco dove

Birra sospesa dal commercio per svariati motivi, identificati dai NAS di Pescara, a conclusione di un’attività ispettiva condotta con la collaborazione dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi di Pescara, ha segnalato una persona all’Autorità Amministrativa e Sanitaria.

Birra sottoposta a sequestro con chiusura immediata del birrificio

L’uomo, in qualità di legale responsabile di un birrificio, è accusato di aver:

  • mantenuto i locali dell’opificio con inadeguatezze igienico-sanitarie, strutturali e gestionali;
  • omesso di notificare all’autorità competente l’attività di birrificio, ai fini della registrazione;
  • omesso di attivare le procedure aziendali di tranciabilità e rintracciabilità;
  • indicato erroneamente la quantità netta e il t.m.c. su quattromilacinquecento bottiglie di birra prodotte.

Il Dirigente del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione della A.S.L. di Avezzano-Sulmona-L’aquila, intervenuto sul posto, ha disposto l’immediata sospensione dell’intera attività, dal valore di circa un milione di euro. Le bottiglie sono state poste sotto sequestro amministrativo.