Cancellare i tattoo, quanto costa, è doloroso, quali si possono cancellare?

Quanto costa rimuovere un tattoo? Quanto tempo ci vuole per vederne i risultati? Fa male cancellare un tatuaggio dalla pelle? Abbiamo cercato di rispondere a tutte queste domande.

Tutti ricordiamo la grande storia d’amore tra Belen Rodriguez e Stefano de Martino, una storia d’amore che dopo essersi fermata per circa 3 anni, ha deciso di riprendere a battere anche grazie all’amore del piccolo Santiago. Ma non siamo qui a parlare di questa coppia, ma più che altro di un momento celebre della loro storia: il tattoo che i due decisero di farsi poco dopo l’inizio della loro storia. Dopo la separazione, la bella argentina decise che era arrivato il momento di eliminare quella traccia di un matrimonio naufragato. E quindi, in passato, ci capitava di vedere la bella Rodriguez con una spalla sempre sporca: erano i trattamenti laser che piano piano stavano cancellando quel romantico tattoo.

Ma Belen non fu l’unica ad eliminare un tattoo. Infatti, secondo le statistiche, sono circa tre gli italiani che su dieci cambiano idea e vogliono eliminare un tattoo fatto in passato. Sono molte le domande che ci girano in testa quando vogliamo eliminare un tattoo. Le principali sono: quanto costa eliminarlo? Posso davvero eliminarlo oppure per la zona in cui si trova è difficile? Insomma, domande del genere che noi cercheremo di rispondere.

Tutti i tattoo possono essere tolti?

A questa domanda rispondiamo col dirvi che il tutto dipende dalla grandezza del tatuaggio, dal tipo di pigmento usato e dalla profondità con cui è inciso il disegno.
Quindi, passando in analisi la situazione, vi diciamo che: più il tattoo è grande, meno probabilità ci sono che sparirà del tutto. Se poi il colore è molto scuro, sarà più facile cancellarlo. Infatti, i colori più difficili da tagliere sono quelli chiari, in particolare rosso, giallo e bianco.

Parlando della profondità, il laser, che frantuma le particelle d’inchiostro in modo da “farle assorbire” dalla cute, deve lavorare in superficie per evitare cicatrici. Quindi, quanto più il tatuaggio è inciso in profondità, più sarà difficile rimuoverlo. In sintesi, si può dire che i tatuaggi più facili da rimuovere sono quelli piccoli e scuri.

Il tempo necessario per eliminare un tattoo

Non siate così superficiali e non pretendete che per togliere un tatuaggio basta poco tempo: come ci mostra la storia di Belen, l’operazione di rimozione richiede mesi, dato che tra una seduta e l’altra devono passare 40-60 giorni.
Sempre in vantaggio sono coloro che hanno per tattoo dei disegni piccoli: bisogna essere pazienti solo per tre-cinque sedute, mentre per quelli grandi, bisogna aspettare tra le sei e le 20 per vedere un risultato.

Fa male rimuovere un tattoo?

Anche rimuovere un tatuaggio è doloroso nella zona del corpo dove la pelle è più sottile, come ad esempio polsi e piedi.
Ma non finisce qui: dopo il laser, bisogna seguire un iter di cure per la pelle, idratandola con unguenti e creme grasse per prevenire infezioni.

I costi

Questa è la domanda più importante in qualsiasi caso, e non solo per la rimozione. Purtroppo, è molto costoso rimuovere un tattoo: si parla di 300 euro a seduta.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.