Cancro al seno: in arrivo nuovo farmaco che salva il 70% delle giovani malate con metastasi

-
01/06/2019

Un farmaco che aumenta la sopravvivenza di donne giovani con tumore al seno con metastasi, ecco lo studio.

Cancro al seno: in arrivo nuovo farmaco che salva il 70% delle giovani malate con metastasi

Nella presentazione a Chicago al congresso annuale dell’American Society of Clinical Oncology è emerso che sotto i 39 anni i casi di tumore aggressivo al seno stanno aumentando, ma per la prima volta un farmaco è riuscito a dimostrare di aumentare la sopravvivenza complessiva delle malate con metastasi.

Si tratta del ribociclib e dopo una sperimentazione di 42 mesi la sopravvivenza globale è stata del 70% per le donne trattate con terapia ormonale standard associata a tale farmaco (solo il 46% per chi è stato trattato con la sola terapia ormonale). Il rischio di morte con il nuovo farmaco è ridotto del 29%.

Più sopravvivenza nei casi di tumore al seno

Sara Hurvitz, Medical Director della Jonsson Comprehensive Cancer Center Clinical Research Unit e Director of the Breast Cancer Clinical Trials Program presso UCLA afferma che “Risultati così d’impatto sono quelli che speriamo di osservare in ogni studio clinico e raggiungerlo in una malattia inguaribile come il tumore al seno metastatico è un incredibile avanzamento per le pazienti”.

Il Ribociclib è un inibitore approvato in Europa lo scorso anno per il trattamento di prima linea delle donne in pre menopausa con tumore al seno avanzato o con metastasi, positivo ai ricettori ormonali. Lo studio, effettuato su 672 pazienti tra 18 e 59 anni ha portato i risultati sopra descritti con aumento della sopravvivenza generale (una dimostrazione non sempre facile perchè richiede di seguire i pazienti per tutta la vita e anche perchè molto spesso i pazienti ricevo più tipi di trattamento non dando modo di capire quale dei tanti abbia avuto l’effetto).

Il tumore al seno con metastasi è la principale causa di morte oncologica di donne con età compresa tra 29 e 59 anni. Dopo una prima diagnosi di tumore al seno il rischio di sviluppare metastasi è del 20/30% e tale rischio permane anche dopo oltre 10 anni dalla prima diagnosi.