Cannabis, marijuana e hashish: ecco le differenze

-
09/07/2018

La differenza tre Cannabis, marijuana e hashish: ecco cosa c’è da sapere

Cannabis, marijuana e hashish: ecco le differenze

La cannabis, marijuana e hashish sono sinonimi tra loro, ma sostanzialmente indicano tre cose completamente diverse. Facciamo un po’ di chiarezza, indicando che cos’è la cannabis, i suoi derivati e gli svariati usi.

Cos’è la cannabis

La cannabis è una pianta che presenta tre sottospecie: sativa, indica e ruderalis. Essa può diventare quasi tre metri di altezza e le sue foglie sono dentate. Una delle piante più antiche, che ha accompagnato la civiltà umana con diversi usi. Gli usi più famosi sono nel campo tessile, farmacologico e psicotropo.

Con la cannabis si produce la resina che può contenere fino a 60 cannabinoidi, 100 terpenoidi, 20 flavonoidi. In questi ultimi anni sono stati portati avanti numerosi studi soprattutto sui cannabinoidi, ma il forte dibattito culturale ed etico influenzano queste ricerche farmacologiche.

Cos’e il THC

Il THC è la principale sostanza psicoattiva presente nella cannabis. Quando questa viene usata, fumandola, vaporizzandola o ingerendola, interagisce con diversi recettori situati nel nostro cervello e nel resto del nostro corpo provocando diversi effetti. Alcune ricerche hanno provato che l’uso prolungato di THC può provocare danni, ma si è anche provato che la sua bassa tossicità per provocare danni dovrà essere consumata in dose altissime.

Inoltre delle ricerche hanno anche messo in evidenza degli effetti positivi dall’assunzione del THC, come:

  • Cura l’inappetenza da farmaci chemioterapici;
  • La riduzione dei sintomi della sclerosi multipla;
  • Cura del glaucoma.

Cos’è il CBD

Il CBD è il secondo cannobinoide più comune nella cannabis. La cannabis ricca di CBD fornisce benefici terapeutici senza l’euforia o la letargia che provoca invece il TCH.

Il CBD è presente nella marijuana legale, che attualmente è acquistabile nei negozi italiani. Il CBD può contribuire a trattare una varietà di sintomi medici, come:

  • Dolore cronico;
  • Infiammazione;
  • Ansia;
  • Spasmi muscolari.

Ricerche scientifiche proverebbero anche la sua capacità di fermare la diffusione delle metastasi al seno e di altri tumori.

Il CBD, come abbiamo detto, è presente nella marijuana legale, in vendita nei negozi. In quest’ultimo periodo il Consiglio Superiore di Sanità ha dato parere negativo sulla vendita della marijuana legale. Ma dai documenti presentati si evidenziano preoccupazioni del suo uso in concomitanza di altri farmaci, allattamento o stati progressi di malattia.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

marijuana

Le differenze tra Cannabis, Marijuana e hashish

Questi tre termini solitamente non vengono usati nel modo appropriato. Facciamo la differenza:

  • Cannabis: indica la pianta nella sua totalità: stelo, radici, foglie, fiori, senza fare distinzione tra piante con alto contenuto THC e quelle di uso tessile;
  • Marijuana: indica i fiori della pianta, contengono una alta concentrazione di principi attivi. Essi vengono essiccati e fumati a scopo ricreativo o medico;
  • Hashish: è un prodotto di resine e pollini della cannabis che può raggiungere alte concentrazioni di THC e CBD.

La marijuana Light legale in Italia: il Ministero ha dato il via

Marijuana legale ecco cosa succederà dopo lo stop alle vendite

Amnèsia, una nuova droga che spopola tra i giovani: ecco i danni che provoca