Che cos’è un embolo? I sintomi, come si cura

-
01/01/2020

Che cosa è un enbolo? Come si presenta e quali sono i sintomi

Che cos’è un embolo? I sintomi, come si cura

L’embolo è una condizione molto pericolosa, bisogna sapere bene quali sono i sintomi in modo da riconoscerli subito per poter intervenire immediatamente. In effetti è una massa che va a circolare nel sangue che rischia di compromettere la circolazione dello stesso e diventa molto pericoloso quando circola in un’arteria o in una vena che subirebbero un ostruzione.

Andiamo a vedere cosa è un embolo, i sintomi e come curarlo

Un embolo può formarsi in vari modi, può essere un coagulo inaspettato nel sangue, una bolla d’aria, un cristallo di colesterolo, un grumo di grasso, un qualcosa che vada ad interferire nella circolazione del sangue.

Embolo sta per embolia, un’ occlusione di una arteria o di una vena, non permette di far circolare il sangue in uno o più organi, con conseguenze gravi o meno gravi ma comunque si parla di condizioni serie.

La medicina dopo fatti vari studi e che segue queste patologie, ha dedotto che l’embolo può essere di varie natura, e cioè:

  • embolia settica, se si tratta di un parassita
  • embolia grassosa, se parliamo di un grumo di grasso
  • embolia gassosa, se parliamo di una bolla d’aria

Se invece parliamo di coagulo sanguigno si parla di tromboembolismo perché legato all’alterazione della coagulazione. L’embolia può essere anche polmonare o cerebrale e di conseguenza può portare ad un’ischemia cerebrale.

Un’embolia non colpisce persone già malate, può colpire anche persone sane e senza particolari patologie, e i sintomo purtroppo possono essere generici e vaghi e difficilissimi da riconoscere. Se avete mancanza di fiato, tachicardia, tosse secca o un dolore al petto quando respirate, può essere che siete in presenza di un’embolia polmonare.

In questo caso si consiglia di andare al più presto presso il Pronto Soccorso più vicino per evitare maggiori complicanze. Per una corretta valutazione poi rivolgersi ad uno specialista che vi aiuterà a trattare l’embolo con medicinali. Una giusta terapia di mantenimento e di prevenzione è in genere composta da coagulanti da assumere per via orale.