Cioccobì fondente con riso soffiato, richiamato per presenza ‘’frammenti di plastica’’

-
21/10/2018

Cioccobì fondente con riso soffiato richiamato dal Ministero della Salute, ecco perché

Cioccobì fondente con riso soffiato, richiamato per presenza ‘’frammenti di plastica’’

Il Ministero Della Salute, ha richiamato dal commercio il prodotto alimentare Cioccobì fondente con riso soffiato Baule Volante per rischi presenza di plastica.

Cioccobì fondente con riso soffiato Baule Volante, richiamato dal Ministero della Salute

Il prodotto alimentare richiamato dal Ministero della Salute, contiene i seguenti ingredienti:

Cioccolato fondente 80% (pasta di cacao, zucchero di canna, burro di cacao, emulsionante: lecitina di soia, estratto di vaniglia), riso integrale soffiato 20%.

Leggi anche: Scamorza bianca ritirata in Italia: allarme Escherichia Coli, marca e lotti

Alcune informazioni per quanto riguarda il prodotto: Cacao 70% minimo, Codice: 0086326, Codice a barre: 8018848003505

Cioccobì fondente con riso soffiato Baule Volante Il prodotto alimentare interessato viene venduto in confezioni da 25 grammi con il termine minimo di conservazione 12/10/2020. Il prodotto Cioccobì fondente con riso soffiato prodotto per Baule Volante da Eco-Bio Alimentare di Mihai Vasile, nello stabilimento di via dell’Artigianato 2B a San Giorgio in Bosco, in provincia di Padova può contenere frammenti di plastica dura.

Leggi anche: Formaggio ritirato dal commercio presenza di corpi estranei, ecco marca e lotti

Giovanni D’Agata, il presidente dello ‘’Sportello dei Diritti’’, avvisa tutti i consumatori che hanno già acquistato il prodotto alimentare sopra indicato, di non consumarlo assolutamente e di riportarlo indietro ai punti vendita d’acquisto. Il prodotto in questione è stato richiamato dal commercio dal Ministero della Salute a scopo precauzionale. Potrebbe essere dannoso per la salute dei consumatori.

Per ulteriori informazioni per quanto riguarda altri richiami dei prodotti alimentari, basta andare sul sito ufficiale del Ministero della Salute. Basta cliccare sul link: “richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori” sotto la voce “Avvisi sicurezza”.