Come combattere la sedentarietà con alcuni semplici consigli

Come cambiare una vita fatta di sedentarietà a causa del troppo lavoro e non solo? Ecco alcuni semplici consigli da seguire per migliorare la propria salute.

Purtroppo, nel momento storico in cui viviamo siamo sempre più costretti a passare una buona parte della nostra giornata seduti in ufficio, oppure ad occuparci delle faccende di casa. Arriviamo ad un punto della serata dove anche un semplice drink con gli amici diventa un qualcosa da rifiutare e da sostituire con un bel film sul divano. Questo comportamento ci porta alla sedentarietà e non ci giova per nulla. Vediamo più da vicino i rischi di una vita condotta così.

I rischi della sedentarietà

Iniziamo col dirvi che fare una vita piuttosto sedentaria ci porta alla compromissione del nostro benessere psico-fisico che porta alla nascita di disturbi metabolici quali diabete, ipertesioe e colesterolo alto e le malattiva cardiovascolari. Arriveremo ad avere oltre ad un metabolismo più lento, l’aumento di peso e l’obesità che sono le tipiche conseguenze frequenti che ci porta la sedentarietà. Se non ci si muove, si arriva anche ad avere problemi articolari e ossei, come artrite e osteoporosi.

Facendo riferimento ad un recente studio australiano, pubblicato su Diabetes Care, si potrebbe interrompere la prolungata sedentarietà anche con attività come la lettura, oppure una piccola passeggiata per andare a trovare il vicino di scrivania situato nel proprio luogo di lavoro, aiuterebbe a tenere sotto controllo i valori della glicemia e migliorare di conseguenza la risposta metabolica dopo il pranzo. In pratica, per tale ricerca bastano 3 minuti di attività ogni circa 30 di scrivania per migliorare il nostro benessere.

Come bisogna comportarsi

Altro modo per combattere la sedentarietà è legato all’alimentazione. E’ molto importante consumare frutta e verdura fresca bere spesso e preferire i carboidrati integrali, andando a limitare consumo di cereali bianchi e dolci. Molto importante è consumare 5 pasti: 2 spuntini tra colazione, pranzo e cena.

Fare attività fisica costante non solo previene il diabete, ma riduce i trigliceridi, farebbe anche aumentare il colesterolo buono riducendo nel complesso l’infiammazione dei tessuti, oltre che a risollevare l’umore. Ovviamente, non si può diventare sportivi all’istante, bisogna procedere in modo graduale, per non affaticare in modo eccessivo il nostro corpo che non è abituato al movimento. L’importante è cercare di dedicare una parte del proprio tempo libero ad un po’ di attività sportiva, ancora meglio se fatta all’aria aperta.

Certo, l’ideale sarebbe fare uno sport che ci piace, ma non sottovalutate il piacere di una passeggiata come un vero e proprio toccasana.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.