Coppette mestruali: sono affidabili o no?

-
19/07/2019

Cosa sono le coppette mestruali? Sono migliori rispetto agli assorbenti usa e getta? Fa male applicarle e toglierle? Cerchiamo di vederci chiaro.

Coppette mestruali: sono affidabili o no?

Negli ultimi mesi si è sentito parlare molto di queste coppette mestruali, volute in sostituzione degli assorbenti usa e getta per evitare di inquinare il più possibile. Inutile dire che ci sono stati degli scontri su questo tasto, ma ciò non ha placato e fermato la voglia di saperne qualcosa di più. A tal proposito, è stato condotto uno studio scientifico proprio sulle coppette mestruali, nel quale viene detto che esse sono sicure e affidabili tanto quanto gli assorbenti usa e getta.

Coppette mestruali: possiamo fidarci?

Non tutte le donne sanno cosa siano, in effetti, le coppette mestruali: dei piccoli oggetti di plastica che devono essere inseriti all’interno della vagina e che raccolgono il sangue mestruale fino a quando non vengono rimossi e svuotati.

Già dal loro nome noi deduciamo che sono a forma di coppa; si possono ripiegare per essere inseriti e sul fondo hanno una parte allungata, chiamata gambo, che può essere anche a forma di anello, con la quale è possibile afferrarli facilmente.

Lo studio condotto sulle coppette mestruali

Comunque, tornando alla nostra ricerca, essa è stata pubblicata dalla rivista Lancet Public Health, la quale a sua volta ha esaminato ben 43 studi che hanno visto come protagoniste 3.300 donne e ragazze che vivono in diversi paesi del mondo.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Nonostante le coppette esistano e vengano prodotte, sono poche le donne che le conoscono e che sappiano come si usino.

Altro tasto importante è che tali donne hanno delle paure in comune che sono legate a tale oggetto: il dolore, la difficoltà nell’inserimento e nella rimozione, il timore di perdite e irritazioni.

Ma la ricerca può far star tranquille le donne dato che dai suoi risultati finali è emerso che il 70 per cento delle donne desidera continuare a utilizzare le coppette mestruali, dopo aver preso parte allo studio.

In altri studi è stato fatto un confronto tra queste coppette e gli assorbenti usa e getta: dal risultato è emerso che le perdite in entrambi i casi sono simili in tre delle ricerche fatte e significativamente inferiori con le coppette mestruali nella quarta.

È emerso che con la diffusione delle coppette mestruali si potrebbe addirittura risolvere il problema della povertà e i problemi di salute legati al ciclo, come le infezioni, problemi spesso presenti nei paesi più poveri.

Oltre ad essere un oggetto di tipo ecologico, è emerso che nel lungo termine le coppette mestruali sono un’opzione molto economica, dato che costano tra i 15 e i 20 euro e possono essere usate in totale sicurezza per 5-10 anni continuativi.