Cos’è l’endometriosi: non semplici dolori da ciclo mestruale

-
09/12/2019

L’endometriosi è una malattia poco conosciuta che si verifica durante il ciclo mestruale. Non tutti la conoscono, ma non poche sono le donne che ne soffrono.

Cos’è l’endometriosi: non semplici dolori da ciclo mestruale

Tutte le donne hanno dei particolari dolori durante la fase del ciclo mestruale: chi ha mal di testa, chi ha mal di pancia, chi ha dolore alle gambe e via discorrendo. Poi, una volta finito il ciclo, il tutto passa e si torna a stare meglio. Beh, questo non accade a tutte quelle donne che soffrono di endometriosi, che non sono dei semplici dolori. Infatti, l’endometriosi  è disturbo che provoca così tanti dolori che è praticamente impossibile svolgere le attività quotidiane, ed ha tanti effetti negativi in ogni aspetto della vita.

L’endometriosi, quando non è solo semplice ciclo

Purtroppo di questo disturbo o fastidio si sa troppo poco, ma è balzato l’interesse per questa endometriosi dopo lo scontro tra Carmen di Pietro ed una signora che confessava di non riuscire a lavorare a causa proprio di questo disturbo.

Non vogliamo perderci nella questione, ma vogliamo dare attenzione ad un fastidio, ad un disturbo di tipo salutare di cui si sa troppo poco.

Detto questo, passiamo al nocciolo della questione. Tale endometriosi si comporta coma un tumore anche se non lo è: si estende in tutto il corpo, ma non è sinonimo di morte per chi ce l’ha.

Si tratta di un dolore molto molto forte al punto che le donne che ce l’hanno vivono il periodo del ciclo con estremo disagio, essendo incapaci di fare delle semplici mansioni quotidiane.


Leggi anche: Pensioni di garanzia allo studio per giovani e precari

Il sesso non è dei migliori durante l’endometriosi dato che lo stesso provoca troppo dolore alla donna, la quale può anche rischiare di non avere figli.

Cos’è l’endometriosi?

Da un punto di vista scientifico l’endometriosi è una patologia benigna la quale prevede la migrazione del tessuto interno dell’utero chiamato l’endometrio.

Tale endometrio va al di fuori della sua sede, di conseguenza si formano delgi agglomerati di sangue in altri organi, che svolgono l’attività mestruale  a loro volta ciclicamente, iniziando a diventare grandi e a provocare molto dolore.

E’ raro incontrare questa malattia durante l’adolescenza o durante la menopausa, mentre risulta essere tipica dell’età riproduttiva.

Il dolore da essa provocate lo si ha nella zone delle ovaie, del peritoneo, dei legamenti utero-sacrali e dello spazio tra retto e vagina e tra utero e vescica.

Molto importante è conoscere subito tale disturbo per poterne bloccare la progressione dato che è una malattia di tipo cronica.

Si può curare la endometriosi?

La cura c’è ed è di tipo medica, anche se gli agglomerati di sangue vengono rimossi chirurgicamente, tendono poi a ripresentarsi subito dopo poco tempo.

Prima dell’intervento chirurgico è necessario fare della terapia medica. Se poi il dolore è persistente e molto doloroso e ci si ritrova ad essere non fertili, allora bisogna ricorrere alla medicina chirurgica.

E in caso di gravidanza?

La gravidanza risulta essere un qualcosa di positivo per chi soffre di endometriosi.

Questo  è possibile perché durante il periodo della gravidanza l’ovaio viene messo a riposo per 9 mesi  e per tutta la durata dell’allattamento.

Addirittura, è grazie alla gravidanza che spesso la malattia sparisce.


Potrebbe interessarti: Pensioni anticipate, una riforma per uscire da 62, 63 e 64 anni di età

 

Comunque sia, è sempre bene recarsi dal proprio ginecologo.

 

Leggi anche:

Sintomi non chiari: è gravidanza oppure sindrome pre-mestruale?