Covid-19: i tre farmaci che stanno funzionando contro la polmonite e stanno dando speranza

-
22/03/2020

Covid-19: tre farmaci che stanno dando speranza

Covid-19: i tre farmaci che stanno funzionando contro la polmonite e stanno dando speranza

Non essendoci ancora un vaccino, e sembra che ci sia ancora parecchio da aspettare, per combattere il Covid-19 si fanno dei tentativi, prendendo, ovviamente, tutte le precauzioni del caso. Sembrerebbe che ci siano alcuni farmaci che stanno rispondendo abbastanza bene e ridanno speranze a molti, malati e medici.

Covid-19: ci sono farmaci che danno delle speranze

Si va per tentativi, mancando il vaccino, e ci sarebbero dei medicinali che starebbero dando dei buoni risultati. Sono degli antivirali che sono stati usati per altre patologie o virus; l’AIFA ha dato l’autorizzazione ad usarli in modalità off label.

Off label significa che è stata data l’autorizzazione di utilizzarli per motivi diversi dalle loro indicazioni originali. Un primo esempio di speranza lo abbiamo a Napoli: due pazienti intubati sono stati trattati con il Tocilizumab, normalmente usato per l’artrite reumatoide; su di loro l’effetto è stato eccezionale, dopo poche ore i pazienti sono stati estubati.

Questo farmaco era già stato usato in Cina con degli ottimi risultati, adesso ha consentito il miglioramento di pazienti che abbiamo qui in Italia, esattamente a Modena, Fano, Pesaro e Cosenza.

Secondo il dottor Ascierto dell’Istituto tumori del Pascale di Napoli, questo medicinale darebbe degli ottimi risultati sul 50% di pazienti.

Il secondo farmaco che darebbe buoni risultati per combattere il Covid-19 è il Remdesivir, usato contro il virus Ebola e Marburg con risultati ottimi di guarigione per chi lo assumeva.

Un primo paziente trattato con questo medicinale è stato dichiarato guarito, la notizia ci arriva dal Policlinico San Martino di Genova.

Un altro farmaco che sembrerebbe contrastare bene il Covid-19 è un farmaco anti-malaria; degli studi hanno confermato l’efficacia dell’idrossiclorochina.                                                                                                                                                                                                      Uno studio, infatti, ha fatto emergere che 75% delle persone che avevano il Covid-19 dopo 6 giorni di trattamento erano guariti grazie all’uso della clorochina, di solito usata contro la malaria.