Cowash: i benefici di lavarsi i capelli senza usare lo shampoo

-
10/08/2020

Cowash è il termine americano abbreviato dell’espressione “conditioner-only wash”, ossia la moda che prevede di lavarsi i capelli senza utilizzare il comunissimo shampoo che siamo abituati a consumare. In sostituzione si usa il solo balsamo, da abbinare in base alle esigenze che richiede la propria chioma. Si tratterà di un falso mito o di realtà?

Cowash: i benefici di lavarsi i capelli senza usare lo shampoo

Cowash: lavarsi i capelli utilizzando il solo balsamo. Si tratta di una tecnica che vine utilizzata specialmente nella stagione estiva, quando i capelli si sporcano maggiormente e necessitano di lavaggi più frequenti. E’ una pratica consigliabile anche a chi ha geneticamente un capello più grasso, tendente all’accumulo di sebo. Ma quali sono i benefici derivanti dal Cowash?

Cowash: cosa lo ha fatto diventare famoso

I sostenitori del Cowash sono fermamente convinti che lo shampoo sia una sostanza eccessivamente aggressiva per la cute e per il nostro cuoio capelluto. Per  tale motivo, sta sempre più prendendo piede la moda di lavare i propri capelli eliminando proprio lo shampoo. L’alternativa potrebbe essere anche quella di effettuare il Cowash saltuariamente, alternando con lavaggi di comunissimo shampoo. Il tutto si può perfettamente adattare alle esigenze del proprio capello. Chi lo ha provato sostiene dia ottimi risultati. La chioma apparirebbe immediatamente più in salute, lucente e i capelli più morbidi. Questo è dovuto all’azione svolta dal balsamo, che va massaggiato con cura per sopperire alla mancanza del balsamo.

Cowash: i migliori risultati si avrebbero con riguardo alla chioma riccia

Ricci crespi ed indomabili? Il Cowash potrebbe essere la soluzione! I sostenitori di questa pratica hanno riportato i migliori risultati proprio con riferimento ai capelli più selvaggi. L’azione delicata del balsamo, che va massaggiato con cura visto il suo minor potere pulente, permette ai capelli di essere profondamente nutriti e coccolati. I risultati parrebbero confermarlo. I migliori risultati si registrano, poi, con riferimento alle chiome più lunghe, ma su Internet si possono trovare video e foto-recensioni che mostrano come in meno di un mese i capelli (anche tra i più corti) sono visibilmente più belli!


Leggi anche: Pensione casalinghe INPS con almeno 57 anni: a chi spetta nel 2021, a che età ed a quanto ammonta 

Qualche curiosità:

Alcune beauty blogger praticano il Cowash unendo dello zucchero al balsamo. La combo è in grado di far ottenere capelli più idratati e puliti. Alcuni aggiungono anche il miele per ottenere capelli ancora più morbidi. Ovviamente il consiglio è quello di utilizzare balsami di qualità, magari anche biologi, per mantenere i capelli sani e per rispettare l’ambiente e la salute del nostro organismo. Per i capelli più crespi, invece, può aggiungersi dell’aceto di mele, un anticrespo tutto naturale. Insomma, non resta che sperimentare.