Dieta buddista: la dieta che fa perdere 4 chili a settimana

-
04/07/2020

La dieta buddista è una dieta che sta spopolando, negli ultimi giorni, sul web. Promette risultati già in cinque o sette giorni. Ecco tutto quello che devi sapere sulla dieta che permette di perdere 4 chili a settimana.

Dieta buddista: la dieta che fa perdere 4 chili a settimana

Dieta buddista: si tratta di una rivoluzionaria dieta che consente di perdere peso in pochissimo tempo (già nella prima settimana), a fronte però dell’eliminazione di carne e pesce e l’incremento di consumo di frutta e verdura. Bandito anche l’alcool.

Dieta buddista: come funziona?

Il nome della dieta deriva proprio dai monaci buddisti, che ne sono gli ideatori. La loro dieta è basata su pochissime calorie (appena 1000 al giorno) ed è estremamente rigida, tanto da richiedere un’attenta supervisione di un nutrizionista qualora si intenda seguirla.

I maggiori problemi sono legati all’eliminazione di alcune tipologie di cibo come la carne o il pesce, a fronte dell’unica assunzione di riso o di frutta e verdura.  I risultati sono visibili immediatamente e piuttosto importanti: si può arrivare a 4 chili persi in una settimana.

Dieta buddista: pro e contro di questo regime alimentare

Un primo problema? Così come si perdono velocemente, i chili persi possono essere ripresi nello stesso lasso di tempo. Non si trascuri poi il fatto che il corpo non è in grado di assimilare i nutrienti che derivano dagli alimenti eliminati (pensiamo alle vitamine o al ferro). La dieta buddista, poi, non dovrebbe assolutamente essere seguita da alcune categorie di soggetti; il riferimento è a chi soffre di pressione bassa,ad esempio.

Alimentazione dei monaci buddisti: un giorno tipo

In realtà lo schema della dieta buddista è abbastanza d’immediata comprensione. Gli spuntini devono ovviamente essere costituiti da sola frutta (o da particolari tipologie di verdure che possono consumarsi come snack salutare). Il pranzo può essere costituito ad esempio da riso in bianco con zucchine.

Stessa cosa con la cena, magari sostituendo il riso con quello integrale. Ovviamente si tratta di una dieta poco varia, in quanto il riso viene consumato come principale alimento, seppur con condimenti diversi ed esclusivamente a base di verdura.

Al posto del sale, poi, è opportuno incrementare l’utilizzo delle spezie. Il consiglio è di seguirla per pochi giorni come dieta detox (o disintossicante) e poi proseguire con una normale dieta mediterranea, da sempre considerata la dieta più completa.


Leggi anche: Cashback 2021: come funziona il rimborso massimo e la classifica dell’App IO per il premio extra da 1500 euro