Dieta dei formaggi: ecco quali poter mangiare

-
17/01/2020

Dieta dei formaggi: ecco quelli che si possono mangiare e quelli che non si possono mangiare.

Dieta dei formaggi: ecco quali poter mangiare

I formaggi sono un alimento molto buono e gustoso e per chi deve fare una dieta o per quelli che hanno diverse patologie, sono un rischio per la salute. Non tutti però, ci sono alcuni formaggi che usati in modo corretto sono alleati della bilancia.

Andiamo a vedere bene quali sono i formaggi da evitare e quelli invece che si possono mangiare

I formaggi in generale sono un alimento molto gustoso, si possono consumare da soli o come condimento in vari piatti, ma per chi fa una dieta bisogna che si faccia attenzione e sapere quelli che possono essere mangiati e quelli che è meglio evitare. Il motivo è quello che un pò tutti i formaggi posseggono una buona quantità di calorie e se si è in regime di dieta bisogna evitarli, ma non tutti.

La dose settimanale per poter mangiare i formaggi non dovrebbero mai superare le 2-3 volte in una settimana e quelli indicati per non assumere troppe calorie sono i formaggi freschi, tra cui:

  • la feta
  • la robiola
  • la certosa
  • lo stracchino
  • la philadelphia
  • la ricotta
  • la mozzarella

Da evitare per chi fa una dieta i formaggi stagionati. I formaggi hanno il grande beneficio di avere un alto valore biologico, contengono fosforo e calcio, vitamina A e B2, ma nello stesso tempo sono particolarmente ricchi di grassi saturi.

Proprio per questo ultimo motivo citato devono essere mangiati con moderazione, massimo 1-2 volte a settimana e non superando mai una porzione superiore ai 60 grammi, stiamo parlando di quelli stagionati. Per quelli freschi la porzione può salire fino a 120 grammi.


Leggi anche: ISEE corrente 2021, novità sulle istruzioni: cos’è e come funziona

Logicamente quando parliamo di formaggi freschi e in particolare di mozzarella e ricotta, ci riferiamo a quelli che vengono venduti nei caseifici e non quelle imbustate e confezionate che troviamo un pò in tutti i frigoriferi dei supermercati.