Dieta del tonno: rafforza la memoria e protegge il cuore

-
27/04/2020

Con la dieta del tonno si va a rafforzare la memoria e si protegge il cuore, attenzione solo a non esagerare, può risultare allergico per qualche soggetto.

Dieta del tonno: rafforza la memoria e protegge il cuore

Il tonno, cibo economico e molto comodo per un pranzo veloce, è anche uno dei pesci più pregiati d’acqua salata, molto gustoso, è un grande alleato per le malattie cardiovascolari per sua buona presenza di omega 3.

Il tonno è ottimo per chi segue una dieta e fa bene a cuore e memoria

Il tonno può diventare un piatto molto comune e in cucina può essere usato per fare piatti davvero sfiziosi. Esistono diverse specie di tonno, la più pregiata, però, è quella del tonno rosso, che viene pescato in mare aperto, molto benefico per la salute.

Nel tonno ci sono antiossidanti importanti come vitamina A e C, buono anche il contenuto di minerali come calcio, sodio e ferro, e poi il fosforo, importante per ossa e denti, e per finire, forse i più importanti, gli acidi grassi essenziali omega 3, importanti per la salute del cuore.

Gli omega 3 sono importanti per chi soffre di colesterolo LDL, ma non si può fare a meno di citare l’influenza positiva che hanno gli omega 3 sulla memoria e sull’umore delle persone.

A proposito dei benefici sulla memoria, nel 2016 c’è stato uno studio tedesco che ha preso come campione 44 donne, con un’età compresa tra i 50 e i 75 anni ed è stato fatto assumere loro, per 26 settimane, acidi grassi omega 3. Alla fine si è potuto notare un netto miglioramento relativo proprio alla memoria.

Un altro aspetto positivo e dei benefici del tonno è il suo contenuto di selenio, grande amico del sistema immunitario.

Dopo aver parlato del tonno e di tutti i suoi benefici, andiamo a vedere quali sono le sue possibili controindicazioni. La principale è quella che si può essere allergici, in quanto può contenere delle piccole quantità di mercurio. Per evitare un problema del genere basta non esagerare con le quantità e, se proprio volete includerlo nella vostra dieta, chiedete consiglio al vostro medico, sia per quanto riguarda le modalità che le quantità.