Dieta: l’avocado fa perdere peso e riduce la fame

L’avocado può diventare il vostro migliore amico nella dieta ipocalorica se mangiato al posto dei carboidrati: scopriamo perchè.

Un recente studio conferma che utilizzare l’avocado durante la dieta sarebbe un’ottima scelta: il frutto, infatti, è un ottimo sostituto dei carboidrati, riduce il picco di insulina e da un senso di sazietà.

Usare quindi l’avocado può essere la mossa vincente in una dieta ipocalorica soprattutto se lo si utilizza al posto dei carboidrati: il frutto aiuta a sopprimere il senso di fame e al tempo stesso aumento la soddisfazione dopo il pasto.

A renderlo noto lo studio  pubblicato sulla rivista scientifica Nutrients e condotto dal Center for Nutrition Research dell’Illinois Institute of Technology.

Avocado: meno picchi di insulina

Durante lo studio, condotto su 31 adulti con problemi di peso, si è notato che aggiungendo l’avocado in una dieta quotidiana regolare è possibile ridurre i picchi di insulina e glicemia (riducendo al tempo stesso diabete e malattie cardiovascolari).

I pasti accompagnati dall’avocado provocano, inoltre, riduzione del senso di fame e aumento della soddisfazione per il pasto mangiato..

Anche se il frutto in questione ha sempre avuto una brutta nomea soprattutto per l’inserimento nelle diete ipocaloriche, gli studiosi Usa sostengono che cambiare regime alimentare con epsedienti, come l’aggiunta dell’avocado, possono avere importanti impatti sulla gestione della fame e sul controllo del metabolismo.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.