Dieta low-carb: rimettersi in forma dopo le vacanze

-
29/08/2020

La dieta low-carb trova fondamento nell’assunzione di un numero limitatissimo di ingredienti a base di carboidrati. Si tratta di una dieta al centro di numerosi dibattiti, che divide il mondo dei nutrizionisti in chi la propone e chi invece la osteggia. Ecco di cosa si tratta e quali sono i suoi effetti per l’organismo.

Dieta low-carb: rimettersi in forma dopo le vacanze

Dieta low-carb: esiste dagli anni ’90 e, da allora, divide il mondo degli specialisti in chi ritiene i suoi effetti benefici per l’organismo e chi porta avanti i benefici della dieta mediterranea. Quest’ultima presenta la pasta ed il pane in maniera abbastanza preponderante nel regime alimentare e si è guadagnati tanti seguaci col tempo.

Dieta low-carb: al bando i carboidrati

La dieta low-carb, in genere, è famosa per mantenere i carboidrati in un regime massimo di 100 grammi al giorno. Si capisce bene come si tratti di una dieta fortemente ipocalorica, non essendo gli alimenti che devono sostituire i carboidrati, in grado di apportare lo stesso fabbisogno energetico. Bisogna quindi prestare molta attenzione ed evitare il più possibile il fai da te. Oggi la dieta low-carb è alla base di tante altre famosissime diete, come quella Dukan o come la dieta chetogenica. In tali diete, la mancanza del carboidrato porta il corpo ad attaccare le proprie riserve di glicoceno.

Dieta low-carb: ecco come funziona

La dieta low-carb, però, sembra funzionare per una serie di ragioni. Il fatto di ingerire molti meno carboidrati, porta il corpo ad avvertire meno gli stimoli della fame e, invece, più sazietà con le altre tipologie di alimenti. I primi kili persi, tuttavia, sono solo d’apparenza, in quanto ad essi non corrisponde anche una perdita di tessuto adiposo. La diminuzione di peso è dovuta anche alla conseguente perdita di massa muscolare che si accompagna alle diete low-carb. Il vantaggio è quindi una perdita di peso immediata, lo svantaggio invece? Il corpo non riceve tutte le sostanze nutritive di cui abbisogna per funzionare correttamente.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Quali sono allora gli alimenti consigliati in questa dieta:

La dieta low-carb comporta un incremento del consumo di proteine della carne, in primis; di uova e di pesce ricco di Omega-3,poi. Tonno, salmone, pesce spada, cozze e vongole sono solo alcuni esempi. Anche la verdura (la gran parte di essa) e poche tipologie di frutta sono adatte. Frutti di bosco, fragole o albicocche sono alcuni esempi. Frutta secca, yogurt e latte possono essere usati per comodi e salutari spuntini.  Ricordate: seppur si tratta di diete super efficaci, esse vanno seguite per poco tempo e sotto il controllo di un nutrizionista o specialista.