Dimagrire senza dieta: basta nutrire lo stomaco nel modo giusto

-
16/03/2020

Dimagrire senza dieta non è una cosa impossibile, basta cambiare abitudine e nutrire lo stomaco nel modo giusto. Ecco alcuni consigli utili e facile da seguire.

Dimagrire senza dieta: basta nutrire lo stomaco nel modo giusto

Eccoci al secondo appuntamento per dimagrire senza dieta in modo naturale. Sono tre gli aspetti da considerare: aiutare la mente ad accettare i cambiamenti;  alimentazione sana; attività fisica, in base a ciò piace.                                                                                     Abbiamo parlato di come abituare la mente ai cambiamenti in un articolo precedente:                                                                       Dimagrire senza dieta in modo naturale, basta poco. Ecco a cosa fare attenzione

Oggi parliamo di come seguire un’alimentazione sana, perché la nostra salute e il nostro benessere sono partecipi di ciò che mangiamo. Imparando a nutrire lo stomaco nel modo giusto perdiamo peso senza fatica e senza diete stressanti.

Dieta: gli alimenti non sono tutti uguali

Gli alimenti non sono tutti uguali,  hanno proprietà diverse l’uno dall’altro. La maggior parte dell’alimentazione di oggi è costituita da cibi ricchi di grassi saturi, carboidrati raffinati, zuccheri aggiunti, calorie vuote, mentre è sempre più povera di vitamine, antiossidanti, fibre, micronutrienti. Bisogna cercare di ristabilire un equilibrio per una sana e corretta alimentazione.

Cosa bisogna mangiare per stare bene

Se hai seguito molte diete fino a oggi e non hai avuto risultati, è, probabilmente, perché le diete che hai seguito erano carenti dal punto di vista nutrizionale o eccessivamente ipocaloriche. Di solito queste diete sembrano funzionare in una prima fase, ma poi c’è un blocco e non si perde più peso. Non vedendo risultati, tentato dal cibo, molli e prendi il doppio dei chili che hai perso.

Per stare bene bisogna mangiare il giusto di tutto: carboidrati, grassi e proteine.

Questo è il principio della dieta mediterranea, che divide i nutrienti nel modo seguente:

  • Carboidrati  per il 55-60% (di cui complessi l’80% e il 20% di zuccheri semplici);
  • Proteine animali e vegetali per il 10-15%;
  • Grassi per il 25-30%.

Dieta: bisogna fare 5 pasti al giorno

Per stare bene e dimagrire l’ideale è fare 5 pasti al giorno, partendo da una colazione abbondante. È consigliato ingerire la giusta dose di proteine anche vegetali date, ad esempio, dai legumi, dai cereali, preferibilmente integrali,  dalla frutta e dalla verdura. Se si riesce ad essere costanti nei cinque pasti giornalieri, si può ottenere un buon risultato così da evitare di arrivare alla sera con un vuoto incolmabile nello stomaco. Si sa che, in tal caso, la serata finisce con barattolo di nutella.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Come distribuire le calorie nella giornata

Come abbiamo sottolineato è importante fare 5 pasti durante la giornata, iniziando da un’abbondante colazione;  poi un primo spuntino, il pranzo, un secondo spuntino e infine la cena. È importante dosare nel modo giusto le calorie nei 5 pasti per non arrivare alla sera affamati.

La colazione deve essere abbondante e deve fornire il 20 – 30% delle calorie giornaliere.

Gli spuntini devono essere il 10%, il pranzo circa il 30% e infine la cena il 20-25%.

Dieta e cibi da limitare

Se decidi di seguire un’alimentazione sana ci sono alcuni cibi che devi del tutto eliminare.

Tra questi ci sono i formaggi (soprattutto quelli stagionati), i salumi, le fritture e i dolci. Anche l’alcol va bevuto con moderazione: un bicchiere di vino, infatti, contiene dalle 80 alle 110 calorie, mentre un amaro bevuto dopo cena contiene circa 120 calorie.

Sono da eliniare anche gli alimenti industriali, come merendine, patatine, barrette, biscotti, snack vari; essi, infatti, sono ricchi di zuccheri, sale e grassi. Questi, oltre ad essere dei deterrenti per le calorie, fanno anche impennare il picco glicemico.

Bisogna, poi,  fare attenzione anche ai cibi light, in quanto vengono sottoposti a dei trattamenti industriali per eliminare i grassi, che possono renderli alimenti non sani.

Stress da tavola

Lo stress è un nemico delle diete: infatti l’ormone dello stress, il cortisolo, innesca un processo che stimola l’appetito. Quando ci sentiamo stressati, nervosi, aiutiamoci con la respirazione. Impariamo a fare dei respiri profondi, che ci tranquillizzano immediatamente.

Impariamo a respirare profondamente anche prima di sederci a tavola,  cerchiamo di mangiare lentamente e masticando bene. Rallentare la durata del pasto non solo ci permette di gustare il cibo, invece di ingurgitarlo in modo veloce e meccanico, ma favorisce anche la perdita di peso.


Potrebbe interessarti: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Il languorino allo stomaco potrebbe essere sete

Durante la giornata bisogna bere tanto e spesso. Mantenere il corpo idratato è fondamentale. Inoltre, il languorino allo stomaco che associamo alla fame, potrebbe, spesso, essere sete. Bere acqua prima dei pasti fa perdere fino a 2 chili in più, poiché il nostro organismo, quando è ben idratato, ha un metabolismo che funziona meglio.

Aiutatevi con tisane, thè e zuppe. Una buona abitudine è quella accompagnare il pasto con una zuppa di miso e soia, com’è usanza in Giappone.

E’, infine, importante ridurre il più possibile i condimenti; piuttosto, aiutatevi con le spezie per condire i cibi.