Il disturbo da videogiochi: la dipendenza dalla tecnologia è una vera malattia nazionale. 

-
30/12/2017

Riconosciuto il disturbo da videogiochi come condizione di salute mentale nel 2018, ecco perché.

Il disturbo da videogiochi: la dipendenza dalla tecnologia è una vera malattia nazionale. 

Il disturbo da videogiochi, è un problema sempre più frequente. Il videogioco è in breve tempo diventato una delle attività ricreative preferite dai bambini e dai ragazzi italiani di diverse generazioni. Quelli che si sentono irresistibilmente attratti dai videogiochi, sono sempre di  più i minori.

La salute mentale in pericolo

I videogiochi sono un fenomeno relativamente recente. Gli studi sulle conseguenze dell’esposizione a videogiochi sono ancora pochi, con risultati contraddittori e nessuna conclusione definitiva. Nella lista di malattie elencati nell’ICD, la dipenzenza da videogiochi, viene considerata come disturbo psihiatrico

Chi ha riconosciuto il disturbo da videogioco come condizione di salute mentale?

La classificazione ICD, riconosce il disturbo da videogiochi, come una vera e propria patologia mentale. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito il disturbo del gaming e lo ha riconosciuto come una malattia internazionale. I ricercatori sostenedo che  il disturbo da videogiochi è pericoloso quanto il gioco d’azzardo.

 

Ma cos’è L’ICD?

È la classificazione internazionale delle malattie e dei problemi correlati, stilata dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Hartl ha descritto l’ICD come “la base per l’identificazione delle tendenze e delle statistiche della salute a livello globale e lo standard internazionale per la segnalazione di malattie e condizioni di salute. Lo strumento che riporta in modo sistematico e secondo precise regole d’uso, la nomenclatura delle diagnosi, dei traumatismi, degli interventi chirurgici e delle procedure diagnostiche e terapeutiche. A ciascun termine è associato un codice numerico o alfanumerico. L’ICD, viene utilizzato dai medici di tutto il mondo per diagnosticare le condizioni e dai ricercatori per classificare le condizioni. Inoltre, gli esperti di salute pubblica utilizzano l’ICD per tenere traccia del numero di morti e malattie.

I videogiochi, creano dipendenza e portano alla violenza?

In psichiatria la parola dipendenza ha un significato ben preciso, e non tutti concordano sull’opportunità di considerare dipendenza, il bisogno ossessivo di videogiocare. Alcune ricerche hanno mostrato che i videogiochi violenti portano a un aumento dell’aggressività nei giocatori. La spiegazione risiede nel cervello degli utenti, che diventa meno ricettivo alla violenza. È stato a lungo discusso e analizzato, fin da quando questa tipologia di mezzi d’intrattenimento ha iniziato ad esistere.

Attenzione, l’abuso può portare a effetti avversi. Questo è vero soprattutto per gli effetti a lungo termine sui nostri bambini.