Ecco la dieta per perdere chili dopo le feste

-
03/01/2020

Per perdere chili dopo le feste il consiglio è la dieta ad intermittenza.

Ecco la dieta per perdere chili dopo le feste

La scienza ci consiglia quale dieta seguire per perdere chili dopo queste feste. Quello della dieta seguita con il digiuno intermittente è una dieta consigliata da vari studi scientifici; c’è chi usa questo metodo da più di 20 anni e può testimoniare che sicuramente non ha avuto problemi riguardanti questo metodo, anzi, ormai questo regime fa parte di uno stile di vita sano.

Andiamo a vedere in che cosa consiste la dieta a intermittenza

La dieta intermittente è contraddistinta in due metodi; il primo riguarda l’alimentazione giornaliera e a tempo limitato, prevede i consumi di cibo a 6-8 ore al giorno, e il digiuno intermittente 5:2 dove bisogna consumare un pasto al giorno in modo ridotto per due giorni a settimana.

Sono stati fatti degli studi sia sugli animali che sull’uomo che hanno dimostrato che dei piccoli periodi di digiuno aiutano molto le cellule; questo benessere si va a mettere in funzione quando si vanno a consumare gli zuccheri e quando si va a trasformare il grasso in energia.

Il sistema della dieta dell’intermittenza migliora la glicemia, fa bene contro l’infiammazione e combatte lo stress. Grandi benefici si sono riscontrati anche per ridurre la pressione sanguigna, per i livelli dei lipidi nel sangue e per la frequenza cardiaca.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Ricerche fatte in America testimoniano che questa dieta apporta molti benefici contrastando obesità e diabete, in particolare le donne in sovrappeso hanno intrapreso il digiuno intermittente 5:2 e hanno avuti ottimi risultati perdendo anche una buona parte di grasso sull’addome.

Benefici della dieta ad intermittenza si sono avuti anche sulla salute del cervello.

Abituarsi alla dieta ad intermittenza ci vuole molta pazienza, non tutti ci riescono subito, ci si deve abituare e per questo molti la abbandonano. La fame porta a irritabilità e di conseguenza anche le persone che sono vicine a chi intraprende la dieta devono avere una certa pazienza, cosa che può durare per due settimane fino ad un mese.

I medici consigliano di iniziare gradatamente la diminuzione del cibo e arrivare all’incirca dopo un mese dall’inizio al regime ottimale della dieta.