Emicrania, ecco i sintomi da non trascurare

-
13/12/2019

Emicrania, sono le donne quelle che soffrono di più, vediamo cosa si rischia.

Emicrania, ecco i sintomi da non trascurare

L’emicrania colpisce una grossa quantità della popolazione, più donne che uomini, spesso viene trascurata e non è un bene. Colpisce le donne già all’età dei 18 anni, ben 8 donne su 10, non bisogna trascurarla per poi curarla in ritardo. Uno studio che ha preso in esame circa 700 donne con un’età che è andata dai 18 ai 65 ha dimostrato che quasi tutte soffrivano di emicrania.

L’emicrania è un sintomo da non trascurare, ecco i sintomi

Le più colpite dall’emicrania sono le donne che però ahimè trascurano questo problema, a volte si rivolgono ai medici dopo un anno dalla comparsa del problema, altre aspettano addirittura 5 anni, quindi si deduce che la patologia rimane per molto tempo non diagnosticata.

Circa il 40% delle donne soffre un’emicrania cronica, significa che in un mese almeno 14 giorni soffrono. Gli attacchi durano mediamente 24-48 ore, e sono sempre le donne che subiscono gli attacchi più lunghi. L’aspetto che penalizza il soggetto che soffre di emicrania è il dolore, poi subentrano stanchezza e ridotte energie.

Alle donne si vanno a ridurre le attività sociali del 43%, mentre per gli uomini del 21%, la metà, e con il mal di testa forte si vanno a ridurre gli svolgimento quotidiani come il lavoro, i compiti familiari e domestici, occuparsi dei figli.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo

L’emicrania è una forma di cefalea ricorrente con la sua localizzazione unilaterale del capo, con una intensità media o forte, con dolori pulsanti, comporta vomito e nausea, rumore e luci diventano molto fastidiosi. Ci sono due tipi di mal di testa, quello che via con un’oretta di riposo e quello che invece vive la sua vita a farvi soffrire. Chi soffre con il mal di testa sopporta una grande sofferenza fisica, e la beffa è che non è riconosciuta come una malattia vera e propria.

Quali cure si possono seguire quando si soffre di emicrania

Ci potrebbe essere una svolta per i trattamenti dell’emicrania, infatti, da qualche mese in commercio dei nuovi farmaci per prevenire gli attacchi acuti. La loro  somministrazione è mensile, il loro impiego è per modalità sottocutanea. Raccomandiamo a tutti quelli che soffrono di mal di testa di rivolgersi ai propri medici ed esporre il problema senza sottovalutarlo, rischiate di stravolgere la vostra vita se non la curate.