Frutta a fine pasto o durante la giornata: ecco la cosa giusta

-
25/01/2020

Qual è il momento migliore della giornata per mangiare la frutta?

Frutta a fine pasto o durante la giornata: ecco la cosa giusta

Se facciamo una dieta ricca di frutta aiuta molto a stare bene e in salute, ma il nodo da sciogliere è quello di sapere bene quando si deve mangiare, durante la giornata o a fine pasto?

Andiamo a sfatare tutti i misteri su quale è il momento migliore per mangiare la frutta

L’abitudine di mangiare la frutta a fine pasto che sia a pranzo o a cena è un abitudine che hanno in molti. Purtroppo questa è un abitudine sbagliata, la frutta a fine pasto non fa altro che fermentare nello stomaco dando luogo a formazione di gas che spesso provocano anche fitte e bruciori.

Ci sono dei frutti che fermentano di più e che consumarli a fine pasto risultano più dannosi alla salute, e sono:

  • susine
  • cachi
  • angurie
  • ciliegie
  • pere
  • mele

Ciò non toglie che mangiare la frutta fa bene al nostro organismo grazie al suo contenuto di fibre e vitamine, quindi durante la giornata si deve fare in modo di non farla mancare mai, fa bene anche all’umore e ci rende felici, e chi mangia molta frutta si mette al riparo di sviluppare patologie croniche, malattie cardiovascolari e alcuni tumori.

Adesso dobbiamo imparare bene quando mangiare la frutta durante la giornata, pensando innanzitutto al benessere del nostro organismo. La frutta è composta da acqua e entrando come liquido nel nostro corpo fa rallentare la digestione, ed è per questo motivo che si sconsiglia di assumerla sia dopo pranzo che dopo cena.

I due momenti opportuni che sono lontani dai pasti durante la giornata sono come uno spuntino a metà mattina o come merenda a metà pomeriggio. Chi deve fare attenzione a consumare la frutta lontano dai pasti sono tutti coloro che soffrono di colon irritabile, preferendo frutta come mele e banane.

Le ore esatte da rispettare per mangiare la frutta dopo i pasti sono 3.