I benefici del carbone vegetale, perché bisogna averlo sempre in casa

-
22/07/2019

Il carbone vegetale è un integratore alimentare capace di produrre numerosi benefici per il nostro corpo. Esistono pane, pizza e pasta che lo contengono.

I benefici del carbone vegetale, perché bisogna averlo sempre in casa

Avete mai sentito parlare del carbone vegetale? Certo, nel nostro immaginario collettivo, associamo il carbone alla figura della befana, che ce lo porta quando non ci comportavamo bene durante la sua festa. Eppure, il carbone può essere mangiato e ci fa anche bene. Ma attenzione: stiamo parlando del carbone vegetale.
È utile averlo a casa dato che è famoso come integratore alimentare poiché riesce ad assorbire i gas addominali. Di conseguenza, se soffrite di gonfiore, aerofagia, diarrea e meteorismo, portatelo sempre con voi che male non fa.
Ci fa sentire meglio poiché esso, una volta ingerito, arriva a toccare tutto l’apparato digerente dal momento che aiuta la digestione e contrasta i sintomi della gastrite, dell’acidità di stomaco e del reflusso gastroesofageo.
Poi, oltre ad assorbire i gas, riesce a fare lo stesso anche con le molecole di diverso tipo, ed è per questo motivo che viene usato anche per agevolare la disintossicazione dell’organismo, provocata da parte dei farmaci, sostanze o metalli pesanti.

Il carbone vegetale dalla tua parte per aiutarti per i piccoli problemi di salute

Se state iniziando a provare interesse per questa risorsa naturale, non vi preoccupate: il carbone vegetale lo si trova facilmente in erboristeria, in farmacia e anche in alcuni supermercati.

Lo troviamo presentato sotto forma di capsule, compresse e tavolette da assumere dopo i pasti principali, ma anche in polvere da diluire in acqua, se avete difficoltà con le pillole.

Detto questo, vi consigliamo di assumere il carbone vegetale dopo i pasti principali per almeno 2 o 3 settimane, così da avere dei risultati finali soddisfacenti.

Ci sono anche dei prodotti alimentari che contengono carbone?

Dati i grandi benefici del carbone, negli ultimi anni sono stata realizzati, su questa scia, dei prodotti alimentari, come pane, grissini e pizza, che presentano al loro interno del carbone vegetale fra gli ingredienti.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Più che altro, viene usato come colorante, la cui sigla è E153.

Certo, questi prodotti alimentari hanno incuriosito tantissima gente per il colore che vanno a presentare, ma c’è da dire che non si sa se una piccola quantità di carbone abbia gli stessi benefici del carbone stesso.

Dobbiamo aspettare ulteriori studi scientifici per capirlo.