I cibi contaminati uccidono 420mila persone ogni anno

I cibi contaminati fanno 420mila morti l’anno: la sicurezza alimentare deve diventare un obiettivo fondamentale.

I cibi contaminati causano 600mila malati l’anno e 420mila morti. Il dato allarma  se si pensa a quanti sono i cibi contaminati da virus, batteri, tossine, sostanze chimiche, parazzite che ogni anno vengono ritirati dal commercio ma anche di quanti, in paesi a basso reddito, vengono venduti indisturbatamente.

Il dato è emerso durante la prima conferenza internazionale sulla sicurezza alimentare aperta da poco ad Addis Abeba organizzata da Oms, Fao e Unione africana.

Quante sono le malattie collegate ai cibi contaminati? Moltissime e “sovraccaricano i sistemi sanitari dei Paesi e causano danni notevoli all’economia, al commercio ed al turismo”

Gli esperti di Fao, Oms e Unione Africana fanno notare che la sicurezza alimentare deve diventare un obiettivo “ fondamentale ad ogni stadio della catena alimentare dalla produzione alla fasi di raccolta, lavorazione, conservazione, distribuzione e consumo”.

I sistemi di sicurezza alimentare, quindi, devono essere rafforzati a livello globale mentre ora sono  “frammentati, nonostante la sicurezza alimentare svolga un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile”.

“Questa Conferenza – ha sottolineato il direttore generale della Fao, José Graziano da Silva – è una grande opportunità per la comunità internazionale di rafforzare gli impegni politici e intraprendere azioni chiave. Salvaguardare gli alimenti è una responsabilità condivisa e tutti dobbiamo fare la nostra parte, lavorando insieme per rendere il puto della sicurezza alimentare prioritario – ha concluso – nelle agende politiche nazionali e internazionali”.

Leggi anche: Cibi contaminati: pasta con parassiti, ecco la marca e i lotti ritirati

Cibi contaminati: latte in polvere contaminato da salmonella

Peperoncino contaminato con residui chimici, fate molta attenzione

Acqua minerale contaminata con micro-particelle di plastica

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.