I denti si riparano da soli, grazie a un farmaco per l’Alzheimer , ecco di cosa si tratta  

-
26/11/2018

Un farmaco contro l’Alzheimer, per riparare i denti

I denti si riparano da soli, grazie a un farmaco per l’Alzheimer , ecco di cosa si tratta  

È stato scoperto da alcuni ricercatori britannici che una molecola utilizzata nella cura contro l’Alzheimer è capace di stimolare le cellule staminali della polpa dentale, attivando in questo modo un processo assolutamente naturale di riparazione nei denti avariati

Farmaco contro l’Alzheimer in grado di riparare i denti

Un gruppo di ricercatori del prestigioso King College di Londra hanno fatto una scoperta straordinaria, in poche parole si tratta di una molecola che viene usata nella cura contro il morbo di Alzheimer, capace di stimolare la produzione di dentina. Praticamente, la dentina è uno dei tessuti rigidi del dente, che si trova sotto lo smalto e il cemento e costituente le pareti della camera della polpa e dei canali radicolari.

Se in fine si riesce a mirare perfettamente questo processo biologico si potrebbero evitare i lavori per riparare le carie.

Leggi anche:Salute, ora il dentista diventa un brand, per battere le cliniche low cost

La dentina è formata dai odontoblasts che si trovano nella parte esterna della polpa dentale. Rispetto allo smalto, la dentina è a recupero, cioè se viene danneggiata o consumata, viene generata naturalmente anche se si tratta di traumi o infezioni. Questo processo totalmente naturale, senza dubbio non è sufficiente quando si formano grandi cavità, come ad esempio una carie, e in quel caso, quel buco viene riempito di cemento di calcio o aggregati di silicio, insomma il procedimento richiede l’intervento del dentista.

Leggi anche: Dentista gratis a casa degli anziani e non autosufficienti, ecco dove


Leggi anche: Bonus affitti 2021 e blocco degli sfratti, per proprietari di immobili fino a 1200 euro: cos’è, come funziona e requisiti

Il gruppo di ricercatori, condotti dal professor Paul Sharpe, hanno fatto una scoperta fantastica. Le micro molecole di Tideglusib, che in poche parole sarebbe un inibitore dello glicogeno sintasi chinasi (GSK-3), che ha ottenuto un grande successo contro il morbo di Alzheimer, se vengono applicate a spugne di collagene biodegradabili e introdotte nel dente, attivano la formazione della dentina. Questa piano piano va a riparare l’intera zona.