I limoni prevengono i calcoli renali: vediamo perché

-
22/02/2020

I limoni possono aiutare a prevenire i calcoli renali.

I limoni prevengono i calcoli renali: vediamo perché

Le persone che soffrono di calcoli, se non lo sapevano, si possono far aiutare dal succo di limone, può essere usata come terapia secondaria. Soffrire di calcoli renali è molto comune e anche doloroso.

I calcoli renali si possono prevenire con il limone

Questo piccolo organo che somiglia ad un fagiolo si può ammalare di varie cose, tra cui i calcoli renali. I reni servono per il filtraggio degli scarti, equilibrano i liquidi nel nostro corpo e regolano la pressione sanguigna, producono urina.

I calcoli che si vanno a formare nei reni possono essere fatti di calcio, acido urico e ossalato, che si vanno ad accumulare nei reni formando dei cristalli. Una volta che si sono formati, si possono espellere attraverso l’uretere con forti dolori e piccole perdite di sangue.

Se invece non si riescono ad espellere bloccano il flusso dell’urina causando un forte dolore ad uno dei due lati tra schiena e stomaco e provocando nausea e vomito. I limoni, che contengono acido citrico, possono aiutare a prevenire i calcoli ai reni, fa aumentare il volume delle urine sfavorendone la formazione.

Per chi soffre già di calcoli renali, può usare questa terapia secondaria, il consiglio è di bere 125 ml di succo di limone al giorno. Vediamo quali sono i consigli di come far aumentare l’acido citrico con l’uso dei limoni:

  • bisogna spremere il limone fresco direttamente nell’acqua o se preferite nel tè e poi bere il tutto
  • bere limonata ogni giorno può essere un’ottima idea, meglio farla in casa, basta spremere e riempire una tazza di succo di limone e aggiungerlo in una brocca d’acqua fredda per poi aggiungere del miele
  • prendere l’abitudine di spremersi il succo su tutti gli alimenti che ve lo permettono e dove vi potrebbe piacere per i vostri gusti, tipo sul pesce, sull’insalata e sugli spinaci.