I tumori resistono alle terapie: scoperto il perché

-
09/12/2019

È stato scoperto come i tumori imparano a resistere alle terapie.

I tumori resistono alle terapie: scoperto il perché

Questa nuova scoperta potrà rivoluzionare la lotta contro il cancro, scoprire come i tumori riescono a resistere alle terapie e perché. Purtroppo in gran parte dei casi si è potuto riscontrare come nella prima fase il risultato della terapia sul paziente è buona, poi non solo il cancro si presenta resistente ai farmaci, ma addirittura si trasforma in più aggressivo, lo stesso risultato lo abbiamo anche con i farmaci più recenti, quelli a bersaglio molecolare.

Vediamo il perché i tumori resistono alle terapie

Fino ad oggi la spiegazione che veniva data a questa resistenza era perché c’era una piccola percentuale di cellule che facevano da resistenza alla terapia e da qui questo ostacolo veniva considerato inevitabile. Uno studio fatto qui in Italia ha un pò sconvolto i fatti in quanto è stato affermato che queste cellule resistenti ai farmaci non è detto che siano già presenti nella massa tumorale, ma che si possono venire a creare dopo che si è stati sottoposti a bersaglio molecolare.

Lo studio che è stato effettuato in Italia e precisamente a Candiolo, alle porte di Torino, si è ispirato a quello che accade nelle malattie infettive, dove abbiamo i batteri che riescono a mutare il loro DNA perché bombardati dagli antibiotici, e continuano comunque a crescere indifferentemente dalle terapie.


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

I ricercatori hanno preso come spunto i tumori intestinali dove c’era la fermata della crescita ma la loro sopravvivenza resisteva ancora alle terapie, dando vita ad un processo chiamato mutagenesi adattiva, dove le cellule tumorali diventano resistenti alla malattia, così da dare l’impressione che la terapia stia funzionando per poi ricadere in una nuova ricaduta.

Le prospettive sono abbastanza buone, si può pensare che colpendo alla base la mutagenesi e con i medicinali già esistenti, si possono avere dei buoni risultati, infatti lo studio non si è fermato e si sta cercando di arrivare a rallentare o addirittura prevenire la resistenza ai farmaci, aumentando così la durata di vivere dei pazienti.

Attenzione a tinte e liscianti per capelli: possono aumentare i rischi di tumore al seno