Infarto: Le donne aspettano in media 37 minuti più dell’uomo prima di chiamare aiuto

Ci sta qualche differenza tra uomini e donne, quando si tratta d’infarto? ecco un recente studio

Da una ricerca pubblicata sul European Hearth Journal, le donne che hanno i primi sintomi di un infarto aspettano in media prima di chiamare i soccorsi 37 minuti in più degli uomini. Questo è emerso da una ricerca condotta da Matthias Meyer, cardiologo presso il Triemli Hospital di Zurigo.

La differenza tra uomo e donna

Tra donne e uomini il rischio di infarto è molto simile, anche se per le donne l’aumento del rischio sopraggiunge dopo i 50 anni, ovvero dopo la menopausa. Per quanto riguarda la donna e l’uomo anche i sintomi possono essere diversi, per le donne sia più un rischio di sentire dolore alla schiena, alle spalle, mal di stomaco, invece che il classico dolore al braccio sinistro o al torace per quanto riguarda gli uomini. Gli esperti, dopo aver condotto vari esperimenti tra 967 donne e 3493 maschi in un periodo equivalente tra il 2000 e il 2016 è venuto alla luce che le donne, in media aspettano circa 37 minuti in più agli uomini prima di chiamare i soccorsi.

Leggi anche: Sigarette elettroniche: rischio di infarto se l’uso è quotidiano

Ecco perché le donne ci mettono di più

Il dolore toracico è associato ad una riduzione di tempo nel chiedere aiuto solamente tra gli uomini, ma non per le donne. Sembrerebbe che le donne, colpite dall’infarto, lo attribuiscono meno di frequente dei maschi, come spiega il dottor Meyer. Quando hai un infarto, ogni secondo può fare la differenza.

Leggi anche: Un drink al giorno potrebbe prevenire l’infarto?

La cosa più importante è fare molta attenzione al tipo di dolore e l’intensità di dolore che ci colpisce, soprattutto al torace, alla gola, al collo, allo stomaco o alle spalle che abbia una durata per più di 15 minuti.

Tutto questo può essere accompagnato da nausea, sudorazione fredda, spossatezza, difficoltà respiratorie, o paura.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.