Influenza 2019: ecco tutto quello che devi sapere

L’influenza continua a colpire ancora, ma cosa sta succedendo nel nostro Paese? Bisogna tenersi pronti per la fine di questo mese, ecco perché

Siamo in piena stagione influenzale, milioni di persone colpite dall’influenza, scatta la preoccupazione per quanto riguarda la provincia autonoma di Trento, Marche, Abruzzo, Campania e Sicilia. Gli esperti prevedono il picco massimo alla fine di questo mese.

Allarme influenza

Già nella ultima settimana dello scorso anno sono stati registrati tantissimi casi di influenza, nel nostro Paese il livello di incidenza per quanto riguarda l’influenza è pari a 4,2 casi per mille assistiti. Ad essere colpiti da questo brutto virus i bambini sotto i 5 anni di età, inoltre è stata registrata un’incidenza pari a 11,2 casi per mille assistiti.

Vengono confermati 256.000 casi di influenza solo nell’ultima settimana dell’anno scorso, e dall’inizio della stagione influenzale sono stati registrati ben 1.501.000 casi.

Grazie alle segnalazioni da parte dei medici sentinella si informa che l’incidenza totale è pari a 4,23 casi per mille assistiti. In poche parole:

11,19 casi per mille assistiti, per quanto riguarda i bambini con l’età compresa tra 0 e 4 anni

11,19 casi per mille assistiti, per quanto riguarda i bimbi con l’età compresa tra i 5 e 14 anni

5,29 casi per mille assistiti per quanto riguarda le persone con l’età compresa tra i 15 e 64 anni

3,95 casi per mille assistiti per quanto riguarda gli individui di età pari o superiore a 65 anni

Influenza 2019: ecco quali sono i sintomi e quanto dura l’influenza

L’influenza è una malattia acuta, infettiva e altamente contagiosa, si manifesta con difficoltà respiratorie e sconforto generale. Talvolta può evolvere in forme gravi, inoltre l’influenza non deve essere confusa con i virus respiratori, che sono malattie causate da altri virus e hanno un’evoluzione più facile.

L’influenza inizia con il naso ostruito o secrezioni acquose, mal di gola, mal di testa e temperatura mite (37.2-37.5), brividi di febbre, dolori articolari, tosse e debolezza.

Influenza: c’è il rischio di una possibile complicazione?

Il virus dell’influenza viene trasmesso via aerea mediante goccioline microscopiche prodotte quando la persona contaminata tossisce, starnutisce o parla. Le persone contagiate sono contagiose un giorno prima della comparsa dei sintomi e 5-10 giorni dopo la loro comparsa.

Per quanto riguarda le complicazioni, l’influenza potrebbe causare in seguito anche: polmonite, bronchite, peggioramento dell’asma, problemi cardiaci, infezioni otiche.

Il nostro consiglio è quello di coprirvi bene prima di uscire di casa, evitare posti dove ci sono persone colpite dall’influenza, e nel caso avete qualche sintomo dell’influenza recatevi subito dal proprio medico curante oppure in farmacia. Il vostro medico o il farmacista vi saprà consigliare al meglio.

Leggi anche: Influenza: 1,5 milioni di italiani al letto il picco per quand’è previsto?

Leggi anche: Influenza: 5 milioni di italiani colpiti dal virus, ecco quali sono i sintomi

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.