La Dieta di Valter Longo, ecco come funziona

La dieta di Valter Longo, ecco cosa propone

Questa volta, si tratta di un tipo di dieta molto particolare che tra l’altro appartiene allo scienziato italiano Valter Longo, inserito fra i 50 personaggi più influenti per quanto riguarda la salute.

Valter Longo propone la dieta della longevità

Un mix tra cucina vegana e pesce, senza zuccheri o grassi e digiuno, è cosi che funziona la sua fantastica dieta.

Valter Longo ha ottenuto la fama di far parte fra le 50 personalità più potenti in tema di cucina, ricevendo un riconoscimento grazie alla dieta creata da lui, in poche parole per la dieta mima digiuno. Difficile pensare che con questo tipo di dieta non esiste la colazione, ma paradossalmente questo regime alimentare funziona troppo bene.

Dieta Vegana: scegliere di seguire una dieta vegana, aggiungendo il pesce in 2 o 3 pasti per l’intera settimana, ma bisogna evitare il pesce con un elevato contenuto di mercurio.

Niente zuccheri e grassi: Diminuire il più possibile i grassi e gli zuccheri.

Mangiare legumi per un giusto apporto di proteine: Ebbene, mangiare ceci, piselli, fagioli e altri vari legumi servono come fonte principale di proteine.

Ridurre il numero di proteine fino all’età di 65-70 anni.

Bisogna riuscire a mantenere un consumo molto basso di proteine fino all’età sopra menzionata, e subito dopo i 65-70 anni, bisogna iniziare ad aumentare di poco le proteine. Questo per riuscire a mantenere e soprattutto non perdere la massa muscolare.

Carboidrati complessi dalla verdura: Mangiando in abbondanza carboidrati complessi come ad esempio: carote, broccoli, pomodori, e legumi

Olio e oliva e noci in abbondanza: Consumare quantità elevate di olio di oliva e circa una manciata di mandorle, noci e nocciole.

Pesce ad elevato contenuto di Omega 3/6: Consumare pesce con un elevato contenuto di mega 3/6, come ad esempio: gamberi, merluzzo, orata, acciughe, sardine, salmone, trota, per almeno 2 volte in una settimana.

Multi vitaminico: Bisogna avere un regime alimentare ricco di vitamine e minerali, ma nello stesso tempo bisogna aiutarsi anche con un ottimo multi vitaminico.

Leggi anche: Dimagrire con la dieta nuragica, ecco di cosa si tratta

Dieta per dimagrireQuando bisogna mangiare?

Devono passare 12 ore tra il primo pasto della giornata e l’ultimo.

Niente cibo prima di addormentarsi: Non bisogna mangiare per almeno 3-4 ore prima di andare a dormire

Periodi di dieta Mima Digiuno: Bisogna fare questo tipo di dieta ogni 1-6 mesi, e questo in base a quanto avete bisogno oppure consigliati dal nutrizionista.

Quanto bisogna mangiare se si è obesi?

Per tutti quelli che hanno qualche buono chilo in più e sono predisposti a ingrassare in maniera velocemente, è raccomandato di fare colazione, pranzo oppure cena e due spuntini, ognuno da circa 100 calorie.

Peso sotto controllo: Per poter decidere come procedere con la dieta, bisogna tenere sotto controllo sia il peso corporeo che la circonferenza addominale.

Quanto bisogna mangiare se il peso sta nei limiti normali?

Per tutti quelli che hanno un peso normale ma che tendono a perdere chili è raccomandato fare 3 pasti normali, in più uno spuntino da circa 100 grammi

Leggi anche: Addio dieta senza carboidrati se si vuole vivere più a lungo, parla la scienza

Cibi dei nostri antenati

Bisogna consumare i giusti ingredienti, in poche parole, tra quelli che mangiavano i nostri antenati.

 

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.