Lotta contro il cancro, l’aria di mare potrebbe essere un’alleata

L’aria di mare potrebbe essere una grande alleata per la lotta contro il cancro, questo è quanto viene detto da una ricerca universitaria che ha prodotto uno spray apposito.

Nel corso di numerosi anni la ricerca sta cercando di combattere il cancro sotto ogni punto di vista e facendo appello a qualsiasi tipologia di risorsa, e tra queste risorse troviamo anche la natura. Molto spesso abbiamo visto come la natura, e facciamo riferimento anche a quello che mangiamo, ha una grande importanza su questa malattie così difficili.

Da una ricerca universitaria si evince che respirare l’aria di mare farebbe bene nella lotta contro il cancro, il male del secolo, la piaga che affligge uomini e donne di ogni età e nazione.
Già di per sé, l’aria di mare fa bene a numerose cose, ed è davvero un sollievo, o quanto meno una speranza questa notizia, e nello specifico di come la natura possa aiutare nel combattere contro una malattia della nostra natura stessa.

L’aria di mare diventa quindi una grande alleata contro malattie così gravi come le varie forme di tumore, ma anche contro il colesterolo altro. Questo è quanto viene detto dall’Università di Gand e dall’Istituto fiammingo per il mare (VLIZ), i quali hanno realizzato un vero e proprio spray marino, capace di realizzare una sorta di spuma derivante dalle onde del mare.

L’aria di mare fa bene in generale e aiuta nella lotta contro il cancro

Andando nel particolare, lo spray marino contiene questa spuma che a sua volta presenta nel suo interno dei batteri ed alghe benevoli, contenenti delle molteplici proprietà. Dopo esser stati esaminati in laboratorio, si è scoperti che tali microorganismi si siano dimostrati particolarmente molto utili nel contrastare gli effetti nocivi del cancro. Così, essi dimostrano quindi di avere delle proprietà antitumorali e di poter essere utilizzati anche contro il colesterolo.
Tutto questo avviene perché a detta sempre dei ricercatori verrebbe rallentato se non del tutto vietato un particolare gene che, in condizioni di assenza di difesa, favorirebbe invece le malattie sopra descritte. Dopo aver scoperto ciò, si sta lavorando per perfezionare l’applicazione benefica dello spray di mare in ambito clinico.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.