Malattie renali: ecco come prevenirle e combatterle

-
14/04/2020

L’attività fisica e camminare è di fondamentale importanza per prevenire malattie renali.

Malattie renali: ecco come prevenirle e combatterle

In questo periodo di emergenza Coronavirus e in periodo di quarantena ci muoviamo sempre di meno, stiamo più tempo seduti o sdraiati e mangiamo qualcosina in più. Per queste motivazioni possiamo essere soggetti al mal di schiena, ma non è questo il problema; potremmo non riconoscerlo e confonderlo, il dolore potrebbe venire dai reni, e allora cosa bisognerebbe fare?

Malattie renali: per prevenirle ci vuole l’attività fisica

Fare del movimento con regolarità porta benefici a tutto l’organismo e in più, una scoperta molto recente, aiuta a prevenire anche le malattie ai reni.

In questo periodo siamo in piena sedentarietà, quelli che più sono in difficoltà sono i soggetti abituati ad andare in palestra o comunque chi aveva una vita non sedentaria, e comunque un po’ di movimento lo faceva. Ma possiamo dire che basta avere un po’ di volontà, se una persona vuole fare del movimento, stando comunque in casa, lo può fare.

La cosa che ci deve far pensare è che negli ultimi periodi sono stati fatti degli studi che hanno confermato che fare attività fisica fa molto bene anche per prevenire eventuali malattie renali. Camminare un’ora al giorno o fare una corsetta di almeno mezz’ora riduce del 10% circa i rischi di sviluppare malattie renali croniche e riduce il rischio di ictus.

Anche in questo periodo di quarantena dovremmo vedere come fare per riuscire a muoverci un poco. Sono proprio le ultime scoperte mediche e scientifiche che ci insegnano che, se fatto con costanza, ne potremmo beneficiare sia per malattie cardiovascolari che per il resto dell’organismo; camminare fa muovere gli organi di tutto il nostro corpo. L’ultima scoperta, poi, è molto importante, perché ci dice che il beneficio si ripercuote anche sulla prevenzione delle malattie renali.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Indipendentemente da questo periodo di quarantena, che non si discute, bisogna camminare e fare esercizi fisici. Per questo periodo se avete il tappetto o la cyclette usateli, se avete un cane potete portarlo a fare un giro, se abitate in un condominio salite e scendete le scale, se la vostra casa è fornita di giardino, uscite e camminate.

Chi avesse la possibilità, in questo periodo, di camminare almeno 15 minuti al giorno, fa già un passo in avanti rispetto a chi, invece, non ne ha nessuna possibilità. Ma, appena saremo liberi, fate tesoro di questo consiglio e iniziate a camminare.