Mangiare sano in questi periodi di quarantena per non rischiare patologie

-
11/04/2020

I consigli per mangiare sano e pulito in questo periodo di quarantena.

Mangiare sano in questi periodi di quarantena per non rischiare patologie

In questi periodi di quarantena dovuta all’emergenza Coronavirus bisogna cercare di mangiare sano e pulito, in particolare frutta e verdura freschi, in modo da non rischiare di danneggiare il nostro sistema immunitario e di evitare la nascita di patologie.

Mangiare sano e pulito per non rischiare patologie: vediamo cosa

Bisogna fare attenzione particolarmente in questo momento per chi sta a casa da un mese e ci dovrà stare per un altro ancora, se tutto va bene. In questo periodo quello più a rischio è proprio il nostro sistema immunitario, e se non teniamo una condotta sana riguardo il cibo, si possono rischiare patologie.

Non ci sono particolari attenzioni penalizzanti: basta solo fare un po’ attenzione e aspettare che passi questo periodo. Stare a casa a lungo e l’inattività fisica possono portare a squilibri alimentari e nutrizionali, nonchè a stati ansiosi e depressivi. Per non parlare, poi, di chi ha già una certa tendenza ad obesità, diabete e ipertensione.

Non ci sono proprio delle notizie positive per quanto riguarda la spesa nell’ultimo mese dagli italiani: sono aumentati i consumi di patatine, birre, pizza surgelata e formaggi spalmabili, tutte cose da evitare.

L’alimentazione di questi periodi deve essere semplice e non elaborata, possibilmente usando cibi freschi; sono consigliati i pasti piccoli e frequenti.

Le cose che si dovrebbero consumare di più, almeno una volta al giorno, sono le verdure a foglia verde e la frutta. La verdura è preferibile consumarla sempre con il limone, ottima la bietola, i carciofi, le carote, il cavolfiore, la zucca, il radicchio, le zucchine e tanto altro.

Poi abbiamo la frutta: anche in questo caso è preferibile quella fresca, che possono essere le fragole, i kiwi, le arance, i meloni, le mele e le pere.

Per le carni è sempre bene scegliere quelle bianche, per il pesce quello a basso apporto calorico. Infine, se avete una minima possibilità di muovervi un poco, fatelo.