Obesità si può combattere, basta spegnere 2 enzimi

Obesità si può combattere, la ricerca è stata condotta dai ricercatori del San Raffaele di Milano, che dimostrato che spegnendo 2 enzimi si ottiene una riduzione del tessuto adiposo.

Obesità si può combattere spegnendo due enzimi, i ricercatori del San Raffaele di Milano hanno rilevato maggiore tolleranza al glucosio, maggiore consumo di energia e una riduzione del tessuto adiposo. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista “Science Advances”, lo studio è stato realizzato dal gruppo di ricerca IRCCS Ospedale di San Raffaele di Milano, guidato da Davide Gabellini, la scoperta è stata realizzata da Simona Pedrotti.

Una scoperta importante per combattere l’Obesità

I dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sono molto preoccupanti, circa 600 persone soffrono di obesità e hanno un rischio maggiore di contrarre patologie gravi: cancro, diabete o ipertensione.

Lo stile di vita sedentari hanno innescato nel nostro organismo questa malattia difficile da combattere, ancora non è chiaro come lo stile di vita influenzi tessuti e cellule, creando malattie patologiche come l’obesità.

La scoperta è di enorme importanza, gli studi hanno dimostrato che spegnendo l’attività di due enzimi si è avuta una riduzione del tessuto adiposo, maggiore tolleranza al glucosio e un aumento del consumo di energia.

Nella sperimentazione i due enzimi sono stati spenti con uso di farmaci e monitorati gli effetti che hanno permesso di evidenziare i miglioramenti.

I risultati sono stati ottenuti su sperimentazione animale, e sono ancora preliminari. In un futuro spegnere questi due enzimi potrebbe essere utili alla cura terapeutica per l’obesità. Opportunamente spenti favoriscono l’accelerazione del metabolismo. 

In commercio esistono già composti che hanno queste funzioni ma con effetti collaterali da non sottovalutare.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”