Occhio secco: come evitarlo, sintomi e cura

-
18/09/2019

L’occhio secco è un disturbo o malattia che colpisce soprattutto le donne in menopausa e ci sono delle brutte abitudini che fanno peggiorare la situazione.

Occhio secco: come evitarlo, sintomi e cura

L’occhio secco è un disturbo o malattia che colpisce soprattutto le donne in menopausa e ci sono delle brutte abitudini che fanno peggiorare la situazione. Se state molto tempo al PC, al Tablet, allo smartphone e vi accorgete che non riuscite più tanto ad aprire e chiudere le palpebre, significa che state favorendo l’evaporazione del film prodotto dalle lacrime, di conseguenza rischiate di avere la superficie oculare asciutta. Per questo motivo, il consiglio è quello che ogni venti minuti di tablet, PC o telefonino, di fare una pausa almeno di venti secondi.

Facciamoci aiutare dagli studi a capire perché succede e cosa fare

Sicuramente c’è una cosa da dire, quella dell’occhio secco non è una malattia moderna dovuta solo ai dispositivi che abbiamo citato, c’è sempre stata e può essere determinata da più cause, tipo, l’età avanzata, eventuali terapie sistemiche o topiche che si stanno seguendo, aver subito interventi chirurgici all’occhio, refrattiva, cataratta o retina, e ancora il sistema nervoso, un’infiammazione. Ammiccare è importante, e il film lacrimale serve proprio a mantenere l’occhio lubrificato, poi nutre la cornea, difende l’occhio dai germi e evita che proliferano ed attecchiscono. Per quelli che soffrono di occhio secco i sintomi sono: il bruciore, un senso di corpo estraneo nell’occhio, fastidio alla luce, stanchezza oculare fino ad arrivare al dolore.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Uomini e donne, chi è colpito di più ad avere l’occhio secco

Le donne sono più esposte alla malattia, specialmente quando sono in menopausa, il primo motivo è la diminuzione di testosterone, inoltre si è scoperto che l’organismo femminile è meno in grado di usare come antinfiammatorio l’idrocortisone che viene normalmente prodotto dalle cellule dell’epitelio corneo-congiuntivale, di conseguenza, dopo aver detto tutto questo, si capisce che la donna è più esposta ai processi antinfiammatori e bisogna così dare una maggiore dose di idrocortisone. Essendo una molecola fisiologica, l’idrocortisone da quasi zero come effetti collaterali.

Speciale salute: yoga ormonale in menopausa, benefici gomma da masticare, ritorno all’ora solare e mal di schiena da zaino