Perché esterniamo la saliva mentre dormiamo?

Produrre una grande quantità di saliva e poi esternarla sul cuscino può essere segno di qualche disturbo anche di tipo neurologico.

L’azione dello sbavare avviene quando esiste un eccesso di saliva che esce dalla bocca. Questa situazione capita a molte persone. Quello che però, probabilmente non si sa, è che quando questo avviene regolarmente ed eccessivamente può essere considerato come sintomo di una malattia in via di sviluppo oppure di qualche malfunzionamento che c’è all’interno del nostro corpo. Vediamo cosa dice la scienza in merito a ciò.

Perchè esterniamo la saliva durante la notte?

Quello che non sappiamo è che durante l’attività del sonno, i muscoli della nostra faccia ed i riflessi della deglutizione, sono totalmente rilassati. Dato che la saliva si accumula in bocca mentre dormiamo, essa inizia lentamente a gocciolare poiché i muscoli facciali rilassati possono aprire leggermente la bocca. Risultato? Quando ci svegliamo troviamo i nostri cuscini bagnati di saliva senza capire il perché.

Ipersalivazione, questo è il nome specifico della situazione sopra descritto, può anche essere il sintomo di una malattia neurologica o il risultato di una congestione nasale. In particolare, i soggetti che tendono a sbavare di più rispetto agli altri, sono le persone colpite da un ictus.

Esistono dei rimedi?

Si, per fortuna c’è la possibilità di prevenire la ipersalivazione. In realtà ci sono più modi possibili, che sono elencati di seguito.

Naso libero

Tra le cause principali della eccessiva produzione e poi esternazione della saliva c’è il naso bloccato, il quale mette una persona in condizione di respirare attraverso la bocca e quindi può portare alla salivazione eccessiva. Detto ciò, bisogna pulire e sbloccare i seni paranasali così da evitare di ritrovarsi il cuscino bagnato. Ma cose si possono sbloccare i seni paranasali? Vediamo alcuni metodi:

• doccia calda ha la facoltà di pulire il naso e di consentire una respirazione normale durante la notte;

• oli essenziali, consigliamo in particolare quello all’eucalipto, il quale aiuta a respirare più liberamente e rendere migliore la qualità del sonno;

• prodotti specifici che aiutano a liberare i seni paranasali come Vick’s Vaporub, il quale ha la funzione di sbloccare il naso e di permettere un migliore flusso d’aria.

La posizione durante la notte

Anche la posizione che assumiamo durante la notte incide molto su questa situazione. Infatti, se si dorme sulla schiena la saliva non potrà mai uscire dalla nostra bocca, cosa che invece avviene se si dorme sulla pancia o di lato: in tal caso la saliva che si accumula all’interno della propria bocca probabilmente sgocciolerà da essa per finire sul cuscino.

Apnea notturna

Non tutti conoscono cosa sia l’apnea notturna; si tratta di un disturbo grave nella quale la respirazione non va come dovrebbe. Di conseguenza, questa condizione non migliora di certo il nostro riposo, che anzi viene sempre di più interrotto. Ci troveremo a situazioni del genere: svegliarsi durante la notte, una sensazione di stanchezza al mattino e una sensazione di sonnolenza per tutto il giorno.

Anche russare è assieme all’esternazione della saliva uno dei principali sintomi dell’apnea del sonno. In tal caso, consigliamo di vedere un medico.

Essere in sovrappeso

Anche avere troppi chili in eccesso può essere sia una causa di apnea notturna che di sbavamento. Consigliabile, quindi, è quello di recarsi da un nutrizionista.

Usare i dispositivi giusti

Con la consultazione di un medico si può anche arrivare a sapere che c’è la necessità di un qualche dispositivo specifico che può risolvere il problema. Si tratta di vari apparecchi dentali i quale permettono una chiusura della bocca migliore o aiutano con la deglutizione, così da avere anche degli effetti migliori sul sonno.

Quella che prendiamo è la medicina giusta?

Nel caso in cui si stessa consumando qualche farmaco, c’è il bisogno di assicurarsi che esso non sia la causa della produzione di saliva in eccesso. Infatti, alcuni antibiotici possono causare un’ipersalivazione.

Dormire con la testa alta

Un ottimo modo per evitare di far uscire un’eccessiva quantità di saliva dalla bocca potrebbe essere quello di mantenere la testa su un cuscino più alto mentre si dorme.

L’intervento chirurgico

Questo è sicuramente il rimedio più estremo da prendere in considerazione in casi eccessivi. L’intervento chirurgico è un qualcosa che deve essere consigliato dai medici, il quale consiste nella rimozione delle ghiandole. Questo avviene solitamente quando ci sono gravi problemi neurologici al di sotto della salivazione.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.