Piodermite canina: di cosa si tratta e come curarla

-
15/07/2019

La piodermite può compromettere seriamente la vita del tuo cane, impariamo a conoscerla, diagnosticarla e come curarla.

Piodermite canina: di cosa si tratta e come curarla

La piodermite può compromettere seriamente la vita del tuo cane, impariamo a conoscerla, diagnosticarla e come curarla. La piodermite canina è un’infezione della pelle, è un disturbo causato da uno stafilococco che va a generare chiazze sulla pelle che a lungo andare possono dare problemi al cane. A parte lo stafilococco come causa, può dipendere anche da allergie e intolleranze alimentari. È molto difficile da diagnosticare, ma una volta riconosciuta deve essere trattata con la dovuta attenzione. Dietro alla piodermite, ci può essere anche una situazione di malessere che può essere causata da disordini alimentari o da allergie non ancora diagnosticate.

La pelle dei cani, così per gli uomini, è il primo filtro che protegge il nostro corpo dai pericoli provenienti dall’ambiente esterno, come una barriera che ci protegge da virus e batteri. La pelle è il primo organo che risente nel caso ci fossero squilibri alimentari o patologie primarie o terapie farmacologiche.

La piodermite si presenta con delle chiazze rosse nella zona della bocca, nelle orecchie, sulla fronte. La reazione del cane o è quella di leccarsi o grattarsi nel punto colpito dalla piodermite.

La piodermite non è semplice da trattare, e se non viene trattata in modo corretto, è soggetta a fastidiose recidive, che possono complicare e segnare la vita del tuo cane. Per colpire alla fonte la piodermite canina, bisogna fare una biopsia sul cane, così si conoscerà la causa primaria, somministrandogli così la cura migliore che eliminerà in modo efficace la piodermite. La cura in questi casi o sono gli antibiotici o del cortisone.


Leggi anche: Whatsapp: ecco come nascondere l’immagine del proprio profilo a uno o più contatti

La raccomandazione che va sempre fatta, la piodermite canina ha la necessità di essere trattata con i sistemi adeguati e da un veterinario, evita tu stesso di fare diagnosi e decidere la cura da far intraprendere al tuo amico a quattro zampe.