Prevenire il cancro con l’acqua alcalina, come si prepara?

-
29/07/2019

Per prevenire una malattia come il cancro è bene usare l’acqua alcalina che è in grado di prevenirla. Vediamo com’è semplice prepararla.

Prevenire il cancro con l’acqua alcalina, come si prepara?

L’acqua è vita. E su questo non ci sono dubbi, anche perché noi stessi ne siamo la prova: siamo composti dal 70% di acqua e senza di essa non potremmo fare nulla. Un’altra tipologia di acqua davvero importante è l’acqua alcalina è altrettanto, che può fare solo bene alla nostra salute, dato che è in grado di regolare il nostro pH.

Ma come riusciamo a regolarlo? In partica, esso è regolabile con l’assunzione di acido e un consumo troppo elevato lo porterà alle stelle. C’è da dire, dall’altra parte, che gran parte degli alimenti di cui ci cibiamo sono ricchi di sale, zucchero ed altri elementi, e di conseguenza facciamo una bella scorta di acidi.

L’acqua alcalina capace di prevenire il cancro, vediamo come

Detto questo, da questo momento in poi sappiamo che il nostro pH è davvero importante e come tale dobbiamo curarlo, anche perché al contrario si potrebbero anche sviluppare cellule maligne che causerebbero il cancro.

È in questo momento che entra in gioco l’acqua alcalina.

Grazie alla sua forza e alla sua essenza, le cellule maligne, infatti non potranno sopravvivere se immersi in acqua con elevati livelli alcalini.

Gruppo sanguigno fortunato? Rischi di meno il cancro

Preparare l’acqua alcalina da soli

Possiamo prevenire questa brutta malattia da soli, senza l’aiuto di farmaci o medici.

Possiamo preparare l’acqua alcalina così: abbiamo bisogno di 2 litri d’acqua, rigorosamente minerale. No assolutamente all’acqua del rubinetto, anche se filtrata, in quanto spesso essa è già piena di acidi (pH).

Altra cosa, anzi, altre due cose di cui abbiamo bisogno sono 1 limone biologico e 1 cucchiaino di sale himalayano.

Una volta comprati tutti i nostri ingredienti, essi devono essere mescolati tra loro, facendo attenzione ad inserire il limone intero, senza tagliarlo a pezzi, né estraendo il succo.

Quello che non tutti noi sappiamo è che i limoni, infatti, sono molto acidi, ed il loro succo creerebbe un’acqua con livelli di pH altissimi.

Come ultima cosa da fare, si fa macerare il tutto per circa 10 ore e poi lo si consuma al mattino.

Consigliamo di bere 3 bicchieri al giorno a stomaco vuoto e il pH sarà sotto controllo.