Processionaria: attenzione ai bambini nei parchi e ai cani

-
23/01/2020

Attenzione alla processionaria, occhio ai bambini nei parchi e cani.

Processionaria: attenzione ai bambini nei parchi e ai cani

Si apre la stagione della migrazione delle larve e torna il pericolo della processionaria, occhio a bambini nei parchi e cani, ecco a cosa dovete fare molta attenzione.

Andiamo a vedere a cosa dobbiamo fare attenzione con il fenomeno della processionaria

In questo periodo bisogna fare attenzione alla processionaria, inizia la migrazione di questo lepidottero peloso. In effetti sono larve che si vanno a spostare lungo alberi e tronchi camminando sul terreno.

Questi insetti vanno a creare danni alle piante risultando molto pericolose per alcune specie. Il pericolo si allarga anche ad animali e persone, il rischio sono reazioni cutanee irritative e allergiche, a volte possono diventare molto gravi.

Si raccomanda a tutte le persone che sono incaricati a sorvegliare aree verdi, giardini pubblici e nei parchi, di fare tutte le opportune verifiche per verificare che non ci siano  nidi di processionarie.

Diciamo a tutte le persone interessate che gli alberi che danno preoccupazioni e che bisogna starci quanto più attenti possibili sono: il cedro, il pino marittimo, il pino silvestre, il pino nero.

Il bruco in questione della processionaria può provocare delle reazioni allergiche ed infiammatorie sia agli uomini che agli animali molto gravi che si possono distinguere in irritazioni oculari e cutanee, problemi respiratori, eritemi alle mucose. Non c’è bisogno che ci sia il contatto diretto con l’animale per essere infettati; i peli dell’insetto possono staccarsi e se ci si trova in una giornata ventosa, c’è il rischio che possano essere toccati dai peli portati dal vento.

Nelle piante la processionaria le può indebolire fino a farle morire, e purtroppo la stessa cosa la dobbiamo dire per quanto riguarda gli animali.

La cosa che raccomandiamo a tutti, sia a quelli che si recano nei parchi ma anche a chi vive in ville o in posti dove ci siano i tipi di piante citati prima, di fare molta attenzione.