Se hai dolore al petto vai subito in ospedale o chiama l’ambulanza

-
26/03/2020

Se hai dolore al petto vai in ospedale o chiama il 118.

Se hai dolore al petto vai subito in ospedale o chiama l’ambulanza

Nonostante ci troviamo in piena emergenza Covid-19 non dobbiamo avere paura di andare in ospedale o chiamare un’ambulanza per altre patologie, che possono sembrare non gravi, ma che poi possono degenerare in situazioni drammatiche.

Anche in emergenza Covid-19, con dolori al petto si deve andare in ospedale o chiamare l’ambulanza

E’ un dato di fatto, l’emergenza dal Covid-19 e tutte le conseguenze che ne scaturiscono, fanno in modo che si moltiplichi per ben sei volte il rischio d’infarto. In questo periodo tutti, compresi i cardiopatici, evitano i controlli per paura di contrarre il contagio.

Interviene su questo il direttore del Cardiocenter di Niguarda e dichiara che stiamo vivendo una situazione che ha del vero paradossale; da un lato si invita tutti a non prendere d’assalto i Pronto Soccorso, da un’altra parte, invece, c’è molta gente che non riesce a capire che questo consiglio può danneggiare e far rischiare la vita a parecchi soggetti che hanno patologie gravi.

Quello che bisogna dire e precisare è che in generale i cardiopatici sono sempre a rischio e in questo particolare momento lo sono ancora di più. In particolare quelli che soffrono di patologie come cardiopatia ischemica e insufficienza cardiaca.

Quando fare davvero molto attenzione per un cardiopatico?

Per i cardiopatici, ma anche per chi non lo è, bisogna fare molta attenzione quando si avvertono dei forti dolori al petto e, ancora di più, quando questi diventano insistenti. Attenzione ancora di più se a questi dolori si associa un dolore al braccio, soprattutto a quello sinistro.

Altri sintomi che vi devono mettere in allarme e farvi preoccupare sono la sudorazione o provare un malessere intenso: tutti questi sintomi non sono da sottovalutare.

La raccomandazione è quella che, in caso di questi sintomi, bisogna andare in ospedale. In alternativa potete chiamare, se lo avete, il vostro cardiologo di fiducia, oppure chiamare il 118, che vi invierà un’ambulanza.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19