Se muori a causa del fumo, i tuoi familiari non hanno diritto al risarcimento

-
12/05/2018

Nessun risarcimento danni per chi muore a causa del fumo: chi fuma conosce i rischi cui va incontro e non ha diritto a nessun risarcimento.

Se muori a causa del fumo, i tuoi familiari non hanno diritto al risarcimento

Non sarà riconosciuto nessun risarcimento danno nel confronto del tabagista, o dei suoi familiari, dopo la morte causata dal fumo.

Senza dubbio, fumare è una scelta di ognuno di noi. Sapendo che il fumo provoca il cancro, la multinazionale del tabacco e i Monopoli di Stato, hanno deciso che non devono alcun risarcimento a chi si ammala e muore per colpa delle sigarette.

Fumare è una scelta: nessun risarcimento per chi muore di cancro

La storia di un uomo che aveva iniziato a consumare due pacchetti di Marlboro al giorno fin dalla giovane età, ha fatto il giro del web. Quel suo vizio è stato interrotto soltanto nel 2000 dopo aver ricevuto la diagnosi della malattia. Soffriva di un cancro ai polmoni a causa delle sigarette.

Non sarà riconosciuto un risarcimento, neanche ai familiari della vittima deceduta a causa del fumo.

Vedova e figli condannati alle spese legali

 La Suprema Corte, ha anche condannato la vedova e i figli, di cui uno minorenne, a pagare le spese legali di circa 20mila euro.

Dopo che i familiari di un tabagista morto a causa del fumo hanno citato in giudizio la Philip Morris, la Cassazione con la sentenza 11272 ha respinto definitivamente ed irrevocabile il ricorso dei familiari.

Nessun diritto a risarcimenti per chi, conoscendo il pericolo, continua a fumare. Le multinazionali e lo Stato sono salvi e i fumatori avvertiti.

Chi inizia a fumare è totalmente consapevole dei danni che il tabacco può fare alla propria salute. Praticamente adesso vediamo un po’ ovunque, ma sopratutto su tutti i pacchetti di sigarette ci sono evidenziate queste parole: Il fumo uccide, il fumo fa male, il fumo aumento il rischio d’infarto, il fumo danneggia gravemente te e chi ti sta intorno, il fumo uccide il tuo feto e cosi via. Ma nonostante questo milioni di persone al mondo, fanno uso quotidianamente delle sigarette.