Si sente male, pensa alla depressione o a una malattia, invece ecco cosa esce dal suo intestino

Un giovane ventenne si sente depresso e stanco, i medici fanno diverse diagnosi come mononucleosi e addirittura cancro, ma niente funziona. La storia sa dell’incredibile, ecco cosa esce dal suo intestino.

Un 20enne per più di un anno è stanco, depresso e ha poco appetito, i medici non riescono a capire cosa abbia. Poi l’inverosimile verità: un parassita.

Ecco cosa è successo

Il ragazzo, di appena 20 anni e giocatore di Hockey, si sentiva male già da tempo. I medici non riescono ad individuare esattamente cosa abbia, poiché i sintomi sono comuni a molte malattie. Sta di fatto che ogni terapia prescritta, nessuna dava esito positivo. Il ragazzo quindi si convince di essere ammalato di una grave e rara patologia che neanche i medici ne erano a conoscenza. Finché un giorno, lui stesso si rese conto di cosa realmente lo aveva colpito.

Le diverse ipotesi dei medici

Carson Meyer era già da tempo che stava male, era pallido, stanco e non aveva più tanto appetito. Il ragazzo si è rivolto a più medici specialistici per risolvere il suo problema, i quali hanno fatto diverse diagnosi dalla depressione alla mononucleosi fino a diagnosticare un cancro.

Il tutto è iniziato con una improvvisa stanchezza fisica, Meyer frequentava il primo anno di università di Miami che si trova a Oxford, nell’Ohio. Era stato anche selezionato per entrare nella squadra di Hockey Columbus Blue Jackets. Ma per tutto l’inverno le sue condizioni peggioravano sempre più, fino ad iniziare a perdere anche il peso corporeo.

Poi la svolta

Le condizioni di Meyer iniziarono a riflettersi anche nelle sue prestazioni, ha dovuto lasciare la squadra di hockey, perché sempre stanco e lento, e anche il suo rendimento scolastico è calato.

Poi la svolta, un giorno di febbraio, Meyer mentre era in bagno non crede ai suoi occhi, non credeva a ciò che era uscito dal suo intestino, era davvero incredulo e spaventato.

Ma che cosa era?

Solo allora Meyer ha capito quale era l’origine dei suoi malanni: una tenia da 63 centimetri nell’intestino.

Dalle analisi si è identificato di che tipo di parassita si era annidato nel suo intestino, un diphyllobothrium latum, un tipo di tenia che vive nel pesce crudo o poco cotto. I Centers for Disease Control and Prevention ha dichiarato che questa è il tipo di tenia più grossa che possa infettare l’uomo e più crescere fino ad un metro di lunghezza. Esistono anche altre tenie più grosse che arrivano ad una lunghezza di oltre 3 metri, ma queste infettano solo grossi animali come le balene.

Le cure ricevute

Meyer è stato subito sottoposto ad una cura antiparassitarie che ha avuto subito i suoi effetti. Il ragazzo ha cominciato a sentirsi meglio e a riprendere le forze e il colorito.

Quindi le cause del suo malessere era questo enorme parassita che si era annidato nel suo intestino. La tenia è un parassita con più teste su cui ci sono degli uncini retrattili, con questi si attacca all’intestino di una persona. Il parassita si attacca all’intestino per nutrirsi e poi eliminare le sostanze di scarto.

Il trattamento antiparassitario va eseguito velocemente per far in modo che il parassita non raggiunga parti importanti di intestino che possono mettere a repentaglio la vita della persona.

leggi anche: Malattie croniche intestinali, in Italia più di 200mila casi: ecco come affrontarle

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.