Tonsille e bambini: in 7 casi su 8 l’intervento potrebbe essere evitato: ecco perché:

-
19/01/2019

L’intervento di rimozione delle tonsille non sempre è necessario: ecco cosa dicono gli esperti al riguardo

Tonsille e bambini: in 7 casi su 8 l’intervento potrebbe essere evitato: ecco perché:

Un recente studio inglese ha dimostrato che l’intervento per la rimozione delle tonsille non sempre è necessario e spesso crea ulteriori problemi di salute ai bambini.

Tonsille: l’intervento è necessario?

Gli esperti sostengono che l’intervento di rimozione delle tonsille e delle adenoidi potrebbe anche essere evitato in ben 7 casi su 8.

A svelarlo, un recente studio inglese secondo cui l’intervento per la rimozione delle tonsille non sempre è necessario e a volte potrebbe causare seri problemi ai bambini proprio perché con l’operazione viene elimino il tessuto linfatico. Il tratto digestivo e respiratorio del bambino viene protetto da un tessuto chiamato tessuto linfatico e ha il ruolo di proteggere da eventuali infezioni esterne.

Ecco lo studio

Pubblicato su British Journal of General Practice, il recente studio inglese cerca di far chiarezza per quanto riguarda l’intervento di rimozione delle tonsille ai bambini.

Gli esperti dell’Università di Birmingham, hanno studiato le cartelle cliniche di 1,6 milioni di bambini in tutto il territorio inglese nel periodo 2005 – 2006. Viene scoperto che più di 18mila bambini sono stati sottoposti all’intervento di rimozione delle tonsille, ma in realtà non era affatto bisogno, e solo nell’11,7% dei casi era necessario intervenire.

A questo punto ci chiediamo quando sarebbe opportuno intervenire nella rimozione delle tonsille? Ebbene, i ricercatori sostengono che questo tipo di intervento deve essere fatto solo quando il bambino presenta una tonsillite acuta. Questo significa che, se nell’arco di un anno il bambino ha più di sette episodi di tonsillite, oppure tre episodi in tre anni e cinque episodi in due anni, a quel punto si consiglia l’intervento di rimozione delle tonsille, per salvaguardare la salute del piccolo. In questi casi intervenire è fondamentale per garantire la salute dei piccoli.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Un altro studio invece pubblicato su Jama Otolaryngology Head Neck Surgery, condotto in Danimarca su quasi due milioni di pazienti, ha dimostrato che l’intervento di rimozione delle tonsille da adulti produce un maggior rischio di contrarre patologie respiratorie e varie infezioni.

Allora ci fermiamo a pensare se prima dell’intervento di rimozione delle tonsille non si potrebbe scegliere una strada diversa. Chiedete sempre il consiglio al proprio pediatra di fiducia.

Leggi anche: Allarme Influenza: bambini a rischio