Tutte le bibite zuccherate aumentano il rischio tumore

-
15/07/2019

Secondo una ricerca effettuata, l’assunzione di tutte le bibite zuccherate e succhi di frutta, possono contribuire all’aumento di rischio nell’insorgenza di tumori. 

Tutte le bibite zuccherate aumentano il rischio tumore

Secondo una ricerca effettuata, l’assunzione di tutte le bibite zuccherate e succhi di frutta, possono contribuire all’aumento di rischio nell’insorgenza di tumori. La ricerca è stata fatta su un campione di persone maggiorenni, ben 101.275, con una media di età di 42 anni, è l’obbiettivo è stato quello di trovare un’associazione tra il consumo di bevande zuccherate, compresi i succhi di frutta, e l’insorgenza di tumori.

Bibite zuccherate e rischio tumore: lo studio

Il consumo di tutte le bevande zuccherate industriali, è stato preso in considerazione facendo compilare ai partecipanti dei record dedicati alla dieta quotidiana e studiati per classificare più di 3000 patologie tra cibi e bevande.

Gli studiosi sono arrivati a queste conclusioni, ogni 100 ml di bevanda zuccherata, il rischio di insorgenza di cancro aumenta del 18%. La percentuale sale al 22%, e di conseguenza con un rischio maggiore, se parliamo di sviluppo di cancro alla mammella. Si tratta di un esito molto interessante, e diciamo che da una svolta su questo argomento, fino a qualche tempo fa il consumo di bibite zuccherate era correlato all’insorgenza di malattie metaboliche, in particolare diabete e obesità.

Lo studio è ancora in osservazione, si consigli di limitare i consumi


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

È da precisare che ad oggi questo studio è ancora in osservazione, ancora non siamo su risultati definitivi sul rapporto causa, e quindi tra bibite zuccherate e rischio cancro. Di conseguenza, dopo queste ricerche, gli esperti consigliano la moderazione al consumo delle bibite in oggetto, precisando, che quando si parla di rischio di cancro, entrano in gioco numerose variabili.

Tutto questo che abbiamo detto fino ad adesso, non vuole certo significare che si debbano mettere al bando tutte le bibite zuccherate, come in tutto esiste la moderazione e il non esagerare. Consumare meno di un bicchiere di drink zuccherato al giorno, tranne a chi non soffre di diabete, non crea particolari problemi. Lo studio infatti afferma che le complicanze arrivano quando c’è l’abitudine a bere uno o più bicchieri di bibite zuccherate al giorno, e in questo caso va ad aumentare il rischio di patologie cardiache, metaboliche e di cancro.