Verdure con Listeria e Salmonella: il più grande richiamo del 2018 passa sotto silenzio

Verdura surgelata contaminata da listeria e salmonella, il più grande richiamo del 2018 sta passando sotto silenzio in Usa ma vediamo cosa è successo.

Una multinazionale con sede in Canada, la McCain Food, con 53 stabilimenti in tutto il mondo per circa 2 anni e mezzo ha venduto ad almeno 30 aziende alimentari verdure lavorate nell’impianto di Colton, in California. In queste verdure è possibile la presenza di Listeria monocytegenes e Salmonella e anche se la questione lo scorso ottobre è stata scoperta dalla FDA portando al più grande richiamo alimentare dell’anno, sta passando sotto silenzio.

Richiamo alimentare verdure

La McCain Food produce soprattutto verdura surgelata che viene utilizzata in alimenti venduti con altri marchi. Il richiamo in corso coivolge almeno 146 prodotti, secondo The News Food Economy, si tratta di 45mila tonnellate di alimenti che contengono almeno un prodotto uscito dalla multinazionale dal gennaio 2016.

Tra coloro che acquistano verdure surgelate da McCain Food ci sono marchi che vendono i loro prodotti in supermercati e quindi questi prodotti contaminati giungono sulle tavole di moltissimi consumatori.

Anche se al momento non ci sono ancora casi segnalati di Listeria e salmonellosi collegabili alla multinazionale il rischio rimane e sembrerebbe che la vicenda debba continuare a passare sotto silenzio.

Leggi anche: Listeria nei prodotti vegetali surgelati, non solo Findus, ecco le marche e i lotti

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.