Vittima del cancro, Sergio lascia 3 figlie e una giovane madre

-
23/03/2019

Diritto alla vita negato, vittima del cancro, Sergio lascia 3 figlie e una giovane madre…

Vittima del cancro, Sergio lascia 3 figlie e una giovane madre

In tempo di pace i figli seppelliscono i padri, ma in tempo di guerra sono i padri a seppellire i figli.
È una frase che lo storico greco Erodoto attribuisce al re Creso vissuto nel sesto secolo avanti Cristo, ma che purtroppo ad Augusta trova amara conferma, oggi.

Oggi i funerali di Sergio, un’altra giovane vittima uccisa dal cancro e sappiamo con certezza che non è non sarà l’ultima.

In maniera impietosa il verdetto medico ci fa sapere che nel caso di Sergio questo male subdolo non ha alla radice una alterazione genetica: ormai lo sappiamo e lo sanno tutti; anche quelli che, a tutti i livelli, pur conoscendo il caso Augusta preferiscono ancora vigliaccamente far finta di non saperlo e non intervengono perché non hanno più capacità e volontà di intervenire.

È inutile fare retorica: ormai siamo in guerra. E in questa guerra la città di Augusta appare già rassegnata e sconfitta perché non sembra avere più neanche la forza per combatterla.

Sergio ha lottato per quattro anni: ha lasciato tre figli ad una giovane madre: ammettendo che questi abbiano un futuro, quale futuro li aspetta? E quale sarà il futuro di questa città?

Questa notte, all’età di 36 anni, si è spento Eurialo Sergio Toscano fu Augusto. VITTIMA DEL CANCRO.

Ne danno il triste annuncio la moglie Elisa, i figli Martina, Augusto e la piccola Clelia, la mamma Nella, il caro zio Mimmo, i fratelli Angelo e Rosario, i cognati, il suocero, gli zii, i cugini, i nipoti e i parenti tutti.


Leggi anche: Pensioni anticipate e APE sociale dai 63 anni: requisiti e vincoli, ecco chi rientra nella proroga della LdB20201

Le esequie si svolgeranno domani 23 marzo alle ore 10,30 in Chiesa Madre.

Augusta, 23 marzo 2019.

A cura di Don Palmiro Prisutto

Morti di tumore in forte aumento, diritto alla vita. Firma la petizione di Don Palmiro Prisutto