Salvate Serena: basta un gesto d’amore per salvare la 17enne

Serena, una ragazza malata che aspetta un gesto d’amore di chi ha cuore.

I genitori di Serena lanciano un appello per salvare la figlia Serena, 17enne al quinto anno di Liceo scientifico, ha bisogno di un donatore. Un mese fa non si è sentita bene, e di qua l’atroce scoperta, la diagnosi, anemia plastica o meglio aplasia midollare.

L’appello dei genitori, salvate Serena: ecco la storia della giovane

Serena, una ragazza di 17 anni piena di vita che all’improvviso scopre di essere molto malata, è di Pomigliano d’arco in provincia di Napoli, ha bisogno di un donatore di midollo.

I genitori tramite un appello si rivolgono a tutti i napoletani e non, cercano un aiuto concreto per la loro figlia, non si è sentita bene e dopo i controlli la scoperta, aplasia midollare, malattia rara, si possono contare due casi su un milione di persone.

In questo momento Serena è ricoverata al Bambino Gesù a Roma, ha bisogno urgentemente di un trapianto di midollo. La sua sfortuna che nessuno dei suoi familiari sottoposti ad esami specifici risultano compatibili.

Bisogna trovare un donatore esterno, qualcuno che abbia un cuore davvero grande, ci vuole un vero gesto d’amore. Come fare è semplice; bisogna iscriversi alla banca dei donatori di midollo, bisogna avere tra i 18 e i 35 anni, fare un semplice tampone salivare o un prelievo di sangue.

Gli ospedali partenopei che aderiscono a questa iniziativa sono:

  • Policlinico padiglione 9
  • Policlinico Vecchio
  • Centro Trasfusionale del Cardarelli

Ci vuole davvero poco, una passeggiata e una grande dimostrazione di amore che possono salvare la vita di molti giovani e meno giovani.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp